L’ambasciatore a Vilnius visita il cacciatorpediniere Caio Duilio

18

L’Ambasciatore d’Italia a Vilnius, Diego Ungaro, accompagnato dal ministro della Difesa lituano, Arvydas Anusauskas, dal Capo delle Forze armate della Lituania, gen. Valdemaras Rupsys, dal Comandante della Marina Militare lituana, Giedrius Premeneckas, e dal Consigliere per la sicurezza nazionale del Presidente lituano Nauseda, Tomas Godliauskas, ha visitato oggi a Klaipeda il cacciatorpediniere lanciamissili italiano ‘Caio Duilio’.
Il ‘Caio Duilio’, impegnato dallo scorso maggio nel Mar Baltico nel quadro delle attività della Standing Naval Forces della Nato, fa parte delle forze navali permanenti dell’Alleanza e rappresenta una capacità deterrente multinazionale in grado di essere rapidamente dispiegata in tempi di crisi o di tensione.
In occasione della visita, l’Ambasciatore Ungaro ha sottolineato che l’Italia, la cui missione principale nel quadro della sicurezza e difesa comune è nel Mediterraneo e sul fianco meridionale della Nato, è impegnata in misura crescente anche sul fianco orientale dell’Alleanza, con notevole dispiegamento di mezzi di terra, d’aria e di mare.
Alla presenza italiana nel Baltico – cui ha contribuito anche la nave ‘San Marco’, impiegata nei giorni scorsi nell’esercitazione Baltops 2023 – si sommano le responsabilità assunte nell’ambito dell’Enhanced Forward Presence in Lettonia e nella base aerea di Siauliai, dove tornerà nelle prossime settimane dispiegando i propri velivoli.
Il ‘Caio Duilio’ è una delle quattro fregate antiaeree italo-francesi della classe Orizzonte costruite da Fincantieri a Riva Trigoso (Genova) e vanta la presenza a bordo di lanciatori verticali per missili Exocet, cannoni navali rapidi e anti-aerei, lanciasiluri e capacità di guerra elettronica, antimissile, anti-siluro.