L’ambasciatore della Tunisia chiama a raccolta le imprese italiane

65
In foto Moez Sinaoui

Ci aspettiamo ancora più imprese italiane che vogliono crescere in Tunisia”. Lo ha affermato Moez Sinaoui, ambasciatore tunisino in Italia, a margine di un convegno promosso da Confindustria Toscana per presentare alle aziende il nuovo bando di cooperazione dell’Aics.
L’ambasciatore Sinaoui ha tenuto a ricordare “l’ottimo rapporto” fra Tunisia e Toscana, così come fra la Confindustria locale Toscana e la Confindustria tunisina.
“In Tunisia non vogliamo imprese che hanno problemi o vogliono chiudere qua. Vogliamo imprese che vogliono crescere in Tunisia, e in Italia, e nel mondo, crescere insieme”.
L’ambasciatore tunisino vede per il futuro un modello di cooperazione “basato sul partenariato” fra i due paesi, con “da parte italiana un valore aggiunto a livello tecnologico, e da parte tunisina un valore aggiunto a livello umano e di risorse, dunque un partenariato proficuo per tutte e due le parti”.
Inoltre l’intendimento di base è ampliare la comunicazione e gli incontri con tutte le regioni italiane per un completo intendimento sulle varie opportunità di impresa che si possono creare.