L’ambasciatore francese e la volontà di ricucire i rapporti con l’Italia

20
In foto Christian Masset, ambasciatore di Francia in Italia

L’Italia e la Francia hanno una responsabilità comune nei confronti dell’Europa. Abbiamo bisogno di un’Europa forte. È casa nostra. Non possiamo vincere le sfide da soli”. Lo ha dichiarato l’Ambasciatore Francese Christian Masset nel suo discorso in occasione della festa nazionale francese, a Palazzo Farnese.”Vorrei ricordare quello che è un grande scrittore francese, Victor Hugo, ci ha detto 150 anni fa: giorno verrà dove voi, Francia, voi Italia, voi Inghilterra, voi Germania, voi tutte, nazioni del continente, senza perdere le vostre qualità distinte e le vostre gloriose individualità, diffonderete strettamente in un’unità superiore, e voi costruirete la fraternità europea”. Una citazione accolta da applausi delle centinaia di invitati al ricevimento a Roma per la Giornata della Bastiglia. “È rilevante più che mai. Facciamo muovere insieme l’Europa perché risponda alle attese dei nostri concittadini-ha detto l’ambasciatore Masset. Il capo missione a Roma ha concluso ricordando che “L’unione non esclude la competizione fraterna. Penso a domani due bellissime squadre europee alle porte della gloria. Che vinca il migliore!”: e a quel punto è stato invitato sul palco l’ambasciatore della Croazia, Jasen Mesic, rappresentante del Paese che domani disputerà la finale del mondiale di calcio Mosca contro la Francia. Alla coppa del mondo sia oggi che domani l’unica cosa che manca è la partecipazione italiana e della nazionale italiana” ha detto a sua volta Mesic.