L’ambasciatore Jill Morris rassicura il mercato italiano sugli effetti della Brexit

35
In foto Jill Morris, ambasciatore del Regno Unito in Italia

In questi giorni il ministro britannico per la Brexit, Dominic Raab, ha incontrato il capo negoziatore dell’Ue, Michel Barnier, per affrontare “diverse importanti questioni ancora da risolvere, tra cui il backstop nell’Irlanda del Nord”. Lo ha reso noto il governo di Londra, a tre giorni dal summit europeo che potrebbe essere decisivo per decidere i termini della separazione.
“È stato concordato che sono necessarie discussioni faccia a faccia prima del vertice”, ha detto un portavoce del ministero per la Brexit. Il Consiglio europeo del 17 e 18 ottobre sarà dedicato alla Brexit. Originariamente era destinato a segnare la fine dei negoziati tra Londra e Bruxelles, prima dell’uscita del Regno Unito dall’Ue, prevista per il 29 marzo. Il ministro delle Finanze britannico Philip Hammond ha ammesso, tuttavia, che è “estremamente ambizioso” immaginare di raggiungere un accordo durante il summit.
Gli ambasciatori di 27 Stati membri dell’Unione europea sono stati convocati per una riunione straordinaria sulla Brexit alle 18.30 di Lunedì a Bruxelles. Lo rende noto Reuters citando fonti diplomatiche. All’incontro parteciperanno i rappresentanti di tutti gli Stati esclusa la Gran Bretagna
I negoziatori a Bruxelles avrebbero raggiunto un accordo sulla Brexit che garantirebbe al Regno Unito un’uscita sicura dall’Ue con un periodo di transizione per prevenire shock economici. Lo scrive Politico.eu citando le dichiarazioni secondo tre diplomatici europei. Le indicazioni che un accordo provvisorio a livello di negoziatori era vicino , hanno cominciato a emergere a metà del pomeriggio di oggi, quando è stato annunciato un incontro tra il ministro britannico per la Brexit, Dominic Raab, e il capo negoziatore Ue Michael Barnier.
Un diplomatico dell’Unione europea, interpellato da Politico.eu, ha sottolineato che l’accordo “è a livello di negoziatori” e potrebbe ancora cambiare. Un funzionario della Commissione europea ha rifiutato di commentare, dicendo solo: “I colloqui sono in corso”. L’accordo per la Brexit sarà discusso dai leader dell’Ue mercoledì sera durante una cena in occasione del vertice del Consiglio europeo.
Ma sull’intero dibattito dominano ancora le parole dell’Ambasciatore del Regno Unito in Italia Jill Morris: “Per molti italiani, la Brexit è stata una scelta sbagliata , frutto più della pancia che della testa, ma questo non rompe il legame speciale con la Gran Bretagna secondo una indagine commissionata dall’Ambasciata Britannica a Roma e condotta dall’Istituto Swg a 6 mesi dall’uscita di Londra dall’Unione“. A presentarla a Villa Wolkonsky è stato proprio l’Ambasciatore Britannico Jill Morris .