L’ambasciatrice napoletana in Belgio e il libro “Miraggi”

14
In foto Elena Basile

La napoletana Elena Basile, Ambasciatrice italiana in Belgio, con “Miraggi” racconta le sue esperienze nel mondo. Una serie di racconti che illustrano il nostro globo con una leggerezza maestra e sapiente: per Filippo La Porta “ La drammaticità delle esistenze ritratte in questi dieci racconti si stempera in una leggerezza di tocco che ricorda certi film di Truffaut e in una prosa lieve, con punte di lirismo appena trattenuto “. Per Horace Engdahl, già membro dell’Accademia Svedese per il Premio Nobel: “I racconti di Elena Basile sono ricchi di incontri e di amicizie, anche di amori. Eppure sono insidiosamente inquietanti, erodono ogni fiduciosa certezza e lasciano intravedere, dietro le apparenze, il vuoto dell’esistenza, conducendoci la dove mai ci saremmo aspettati di arrivare. Anche su un lettore fin troppo esperto come me, agiscono con la forza di una droga”.
Dal Portogallo all’Ungheria, dalla Svezia al Canada, le protagoniste di questi racconti sono donne sorprese in esperienze decisive che rivelano d’un tratto un destino, con epifanica precisione. Esistenze sospese tra sogno e realtà, raccontate con toni ora ironici e surrealistici, ora di impronta minimalista, accomunate da un’identica attesa di riscatto. Elena Basile è l’attuale Ambasciatrice a Bruxelles; nata a Napoli ma vissuta in Africa, Canada, Portogallo, Ungheria e Svezia. Elena Basile con “Una vita altrove” (Newton Compton,2014), è stata finalista al Premio Roma, e ha scritto altre raccolte di racconti caratterizzate dalla stessa verve e lo stesso entusiasmo.