L’Archivio del Banco di Napoli entra nelle scuole. Paliotto: I nostri progetti per tutelare la memoria della città

140
in foto il Museo Cartastorie promosso dalla Fondazione Banco di Napoli

Le scuole medie e superiori, in particolare della Regione Campania, sono protagoniste di un’innovativa iniziativa della Fondazione Banco di Napoli per valorizzare il proprio Archivio Storico.
Obiettivo è di avvicinare studentesse e studenti, in modo coinvolgente e contemporaneo, alla conoscenza di cinque secoli di storia partenopea e meridionale. Riconoscere le proprie radici e comprendere meglio la realtà contemporanea del proprio territorio attraverso un racconto costruito su circa 80 chilometri di carte e documenti, su aspetti economici del quotidiano e in tante storie personali, celebri o ignote.
Il progetto prevede visite a distanza, della durata complessiva di circa un’ora, realizzate con l’utilizzo della piattaforma interattiva “Il Tulipano Art” e la presenza, all’interno del Museo, di una guida che interagisce costantemente con la classe. Nel corso della visita, che si inserisce senza sprechi di tempo come una lezione nel percorso didattico della classe, il racconto storico sarà arricchito da quattro video originali realizzati dal Museo.
“Il Progetto – ha affermato Rossella Paliotto, Presidente della Fondazione Banco di Napoli – si inserisce in una strategia trans-mediale, orientata a diffondere cultura e conoscenze mediante la narrazione di storie, parlando anche a un pubblico di non specialisti secondo modalità differenziate. Il nostro obiettivo è quello di avvicinare i cittadini campani e napoletani al loro Archivio, elaborando, anche attraverso un uso funzionale degli strumenti innovativi, metodologie di gestione e comunicazione capaci di garantire realisticamente un futuro alla memoria documentaria”.

in foto il Museo Cartastorie
in foto Rossella Paliotto