L’arcivescovo di Napoli Battaglia: Il Covid? Ora negativo al tampone, ma fisicamente a pezzi

55
in foto il neo arcivescovo di Napoli Domenico Battaglia

“L’ultimo tampone ha dato esito negativo, ma avverto ancora tanta fatica e senso di spossatezza”. Lo scrive monsignor Domenico Battaglia, arcivescovo di Napoli, in una lettera ai sacerdoti e religiosi dell’Arcidiocesi con la quale ha aggiornato sulle sue condizioni di salute. “Mi aspetta un ulteriore tampone di conferma e un tempo di convalescenza – scrive monsignor Battaglia – prima di uscire ufficialmente dall’isolamento e riprendere la vita quotidiana. Sento di ringraziare ognuno di voi per l’affetto e la vicinanza che, in vario modo, mi avete dimostrato; mi sono sentito accompagnato e sostenuto dalla vostra presenza e dalla vostra preghiera”. Nella lettera, monsignor Battaglia chiede ai religiosi “un pensiero e un’attenzione per i sacerdoti che stanno facendo più fatica: per i sacerdoti e religiosi colpiti dal virus, per tutti i sacerdoti anziani, per quelli ammalati, per chi è in difficoltà. Non lasciamo solo nessuno! Prendiamoci cura, in questo modo, del nostro essere fratelli, condividendo l’unico sacerdozio. Prendiamoci cura della nostra fraternità presbiterale. Diventiamo costruttori di comunione autentica e possibile, tra di noi e con la nostra gente. Proviamo ad inventare nuovi stili di vicinanza, nuovi modi per continuare a camminare insieme, per sentire tutto l’amore e la cura che il Padre ha per ognuno di noi”.