L’audiolibro dell’opera 1984 di George Orwell, presentato dalla casa editrice il Narratore

54

Titolo: 1984
Autore: George Orwell
Genere: Narrativa distopica
Casa Editrice: il Narratore audiolibri
Letto da: Moro Silo
Durata: 13h 18’ (Versione integrale)
Prezzo: 12,99 €
Codice ISBN: 978-88-681-63-976

 «La cosa terribile che aveva fatto il Partito – mentre vi derubava di qualsiasi controllo sulla realtà – era stata quella di convincervi che gli impulsi e i sentimenti non avevano alcun valore. Una volta caduti in balia del Partito, quel che sentivate o non sentivate, quel che facevate o vi astenevate dal fare, non cambiava, letteralmente, niente. In ogni caso scomparivate, e di voi e delle vostre azioni non restava più traccia»: dal romanzo 1984 di George Orwell, una distopia pubblicata nel 1949 che ancora oggi fa tremare per la sua natura profetica. Lo scrittore britannico ha consegnato al mondo un’opera sconvolgente, attraversata da un dolente pessimismo e da una critica spietata a ogni forma di totalitarismo. Nel romanzo viene coniata l’espressione “Grande Fratello”, ancora oggi in uso: un potere al di sopra di tutti, che vede e conosce ogni cosa. Il Grande Fratello orwelliano opera un controllo invasivo grazie alle telecamere sparse in ogni angolo della città, e soprattutto all’interno delle pareti domestiche; si può considerare una divinità in carne e ossa, benché nessuno l’abbia mai visto, un sacro totem a cui immolare la propria libertà di pensiero e azione. Il Grande Fratello esercita la sua indiscreta vigilanza attraverso il Partito, la mente diabolica e manipolatrice, e la Psicopolizia, il braccio violento ed epurante della legge. Il mondo nel 1984 è diviso in tre superstati – Oceania, Eurasia ed Estasia – che giocano alla guerra perpetua, e di odio si cibano; il romanzo è ambientato in Oceania, e in particolare a Londra, una città in rovina, bombardata a più riprese, grigia e desolata. La società è divisa in due tronconi: da una parte tutti coloro che aderiscono all’ideologia del Partito e lavorano nei suoi quattro ministeri, e dall’altra i prolet, considerati alla stregua di animali. In questo contesto è vietato pensare con la propria testa, e per limitare al minimo l’attività della coscienza e dell’intelletto si è introdotta la neolingua, che progressivamente riduce il numero delle parole presenti nel vocabolario. Un’altra arma di incoscienza di massa è il bipensiero, un sottile inganno della mente in cui si avverte che la realtà viene manipolata ma allo stesso tempo si crede fermamente che non venga violata: il presupposto perfetto per la negazione di qualunque verità oggettiva e soprattutto del passato, continuamente revisionato e rinnegato. In questo scenario devastante si muove Winston Smith, sempre più consapevole del condizionamento subito; un eroe divenuto martire che cerca fino all’ultimo di non compiere l’atto di sottomissione che, nel mondo del Grande Fratello, è l’assurdo prezzo da pagare per una supposta sanità mentale.

Contatti
https://www.ilnarratore.com/it/
https://www.ilnarratore.com/it/george-orwell-1984-download/