L’auto si ribalta sulla strada bagnata a Giugliano, muore a 21 anni Giuseppe Capodanno. Gravi tre ragazze

72
in foto Giuseppe Capodanno

La Fiat 500 comincia a sbandare a causa del fondo stradale reso scivoloso dalla pioggia e finisce per sbattere contro il guardrail ribaltandosi. Il conducente, Giuseppe Capodanno, di appena 21 anni, muore sul colpo. Le tre ragazze che erano con lui, estratte a fatica – dal vigili del fuoco accorsi sul posto – dall’abitacolo dell’auto accartocciata, sono ora in gravi condizioni all’ ospedale. Non sarebbero in pericolo di vita. E’ successo stanotte, poco dopo le 2,30, a Giugliano, sull’Asse Mediano.
Giuseppe era nipote del nostro collega, e noto fotoreporter napoletano, Carlo Capodanno.  A lui si stringe in queste ore strazianti con grande affetto tutta la redazione del Denaro.
Sotto choc per il dolore, Carlo ha lanciato stamane, via social, un accorato appello che qui ripubblichiamo. Eccolo:”Vi prego tutti ragazzi siate prudenti non si può perdere una vita così, lasciare tutti i familiari in un dolore che non si può descrivere, la vita va rispettata, bisogna divertirsi ma la prudenza deve essere sempre vista come una missione per sé e per gli altri, lasciate che i telefonini nel momento della guida vengano messi da parte, i social, i messaggi possono aspettare qualche minuto, la vostra assenza in quel momento di guida  salva la vita a voi e ad altre persone, la perdita del piccolo Giuseppe non può essere invano, se i vostri genitori vi massacrano di telefonate per sapere dove siete con chi siete di non correre. Vi prego siate prudenti, la vita è preziosa”.