L’Automobile Club Napoli aderisce al Patto educativo di monsignor Battaglia

13
In foto Antonio Coppola, presidente di Aci Campania

L’Automobile Club Napoli ha aderito al Patto educativo nell’area metropolitana di Napoli promosso dall’arcivescovo monsignor Domenico Battaglia. “Abbiamo fortemente apprezzato – ha affermato il presidente dell’Aci partenopeo Antonio Coppola – l’intervento del nostro arcivescovo a sostegno dei giovani per un Patto educativo che coinvolga le forze sane della società, al fine anche di dare un diverso e dignitoso orizzonte di vita a tutti quei ragazzi che, ormai, hanno perso fiducia e speranza nel futuro, individuando nelle false illusioni della criminalità l’unica possibilità di salvezza. Per questo motivo, siamo disponibili a dare il nostro contributo per questo progetto, pienamente convinti che i buoni frutti dipendono dalla qualità della semina”.
Nella missiva di adesione, Coppola spiega che l’iniziativa rientra nella mission istituzionale dell’Ente – dichiarato dalla stessa legge istitutiva “necessario ai fini dello sviluppo economico, civile, culturale e democratico del Paese” – da sempre proteso a promuovere e realizzare attività ed iniziative in difesa della vita e del rispetto delle regole. “In quest’ottica, precisa Coppola, abbiamo cercato sempre di utilizzare la nostra rete per coinvolgere non solo i 30 mila Soci dell’Automobile Club Napoli, ma anche istituzioni, autorità militari, civili e religiose, associazioni, prestigiosi esponenti del mondo della cultura, della politica, dello sport e dello spettacolo in progetti volti a contribuire, soprattutto nelle nuove generazioni, alla formazione di un senso civico fondato sulla responsabilità, sul rispetto di sé stessi, degli altri e dell’ambiente in cui viviamo”.