Lavoro: a Napoli apre Xlabor, agenzia Manageritalia per supporto ai giovani

45

Avviare percorsi informativi adeguati rispetto a quelle che sono le reali esigenze delle imprese. E’ questo l’obiettivo principale di XLabor, l’agenzia per il lavoro promossa da Manageritalia che ha aperto a Napoli: un percorso di lotta alla disoccupazione giovanile che si muove attraverso colloqui di orientamento e tirocini sino a percorsi di autoimprenditorialità, riferimenti importanti da cui i giovani possono ottenere una collocazione lavorativa.Guido CarellaNon a caso abbiamo scelto la Campania per fare il nostro primo esperimento – dichiara Guido Carella, presidente Manageritalia – aprire un’agenzia per il lavoro nel luogo più problematico“. La partecipazione ai ragazzi non costerà nulla, le risorse verranno recuperate dai finanziamenti messi a disposizione sia dall’Europa che dall’Italia che dai piani regionali. Al taglio del nastro era presente il sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

I dati

I dati su Garanzia Giovani elaborati da Manageritalia e presentati a Napoli parlano chiaro. Ad oggi dei 2,4 milioni di Neet presenti in Italia a fine 2014 sono 861.700 (35,7%) quelli si sono registrati a Garanzia Giovani e 529.568 (21,9%) quelli che sono stati presi in carico da una delle Agenzie regionali. Marche, Umbria e Valle d’Aosta sono le regioni più virtuose (60% circa i registrati e 53-60% i presi in carico), quelle che hanno coinvolto più giovani, mentre Lombardia e Campania quelle meno virtuose (Lombardia 23,7% registrati e 16,4% presi in carico; Campania 24,2 % registrati e 10,4% presi in carico). Ma dietro queste cifre ci sono due approcci differenti: in Campania troppo scoraggiamento e poca fiducia, in Lombardia più fiducia nel farcela da soli. “In Lombardia è più facile trovare lavoro – dichiara il presidente di Manageritalia Guido Carella mentre in Campania c’è meno turnover nelle imprese e il fenomeno del lavoro sommerso è certamente più ampio che in Lombardia“.

Luigi de MagistrisDe Magistris: A Napoli conviene investire

Non siamo una zavorra, né una palla al piede, stiamo anzi dimostrando di essere un luogo in cui conviene investire nonostante l’inerzia di chi dovrebbe favorire e agevolare le politiche sul lavoro” così il sindaco di Napoli Luigi De Magistris commenta i dati elaborati da Manageritalia. “La scelta di Napoli è un segnale importante – continua De Magistris – a dimostrazione che in questa città si può investire, sul lavoro, sull’impresa, sui giovani. Napoli sta dimostrando di essere un punto di riferimento per l’industria turistico culturale ma anche per la piccola e media impresa, andiamo in sofferenza nella grande industria dove scelte politiche che hanno penalizzato il mezzogiorno ci fanno stare in difficoltà“. “La Campania – sottolinea il primo cittadino di Napoli – registra il dato della disattenzione totale delle politiche del governo nei confronti del sud. Ho avuto a che fare con 4 presidenti del consiglio, Berlusconi, Monti, Letta e Renzi“, riscontrando “un linguaggio completamente inadeguato per il mezzogiorno“. “Noi – conclude il sindaco di Napoli – stiamo crescendo con le nostre forze“.