Lavoro: Assosomm, rinnovare subito ccnl somministrazione

11

Roma, 20 apr. (Labitalia) – “Diventa ancora più impellente un’accelerazione del negoziato per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro della somministrazione tra organizzazioni sindacali Felsa Cisl Nidil Cgil Uiltemp e le controparti datoriali. L’auspicio di Assosomm è che vengano accolte le proposte dalle organizzazioni sindacali, con le quali ci troviamo in sintonia su molti punti. Siamo profondamente convinti che, per sostenere la crescita quantitativa a cui stiamo assistendo, sia necessario modificare alcune norme attualmente in vigore. Non si deve dimenticare che stiamo vivendo una fase di profondo cambiamento dell’economia e di conseguenza anche del mercato del lavoro”. A dirlo Rosario Rasizza presidente di Assosomm (Associazione italiana delle agenzie per il lavoro)

“I due punti -sottolinea- su cui stiamo insistendo in particolare sono l’adozione di un contratto unico per il settore della somministrazione e l’estensione del calcolo del trattamento di fine rapporto a tutti i lavoratori somministrati, senza limitazioni di tempo, attualmente in vigore e che prevedono che per i contratti inferiori ai 15 giorni non sia previsto l’accumulo del tfr”.