Lavoro, il ministro Di Maio a Napoli: imprenditori del Sud supereroi

20
In foto Luigi Di Maio

“Sto visitando diverse aziende che hanno investito in piena pandemia in nuove tecnologie e transizione ecologica, lo hanno fatto anche utilizzando gli incentivi dello Stato che abbiamo messo a disposizione, ma soprattutto grazie al loro coraggio di investire in lavoro e attivita’ produttive nel momento peggiore dal dopo guerra ad oggi che l’Italia ha attraversato”. Cosi’ il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in visita alla Tsm di Melito.
“E’ importante ringraziare imprenditori che hanno investito in nuove realta’ tecnologiche – continua il ministro – In Italia stanno arrivando i 230 miliardi di euro del piano nazionale di ripresa e resilienza, la spesa di quei fondi passa non solo per il pubblico, ma soprattutto per il privato e sara’ il privato il motore della spesa dei fondi che ci serviranno ad agganciare la ripresa. Questo e’ un anno in cui l’Italia sta per segnare +6 per cento di prodotto interno lordo a fine anno, +4 l’anno prossimo. Abbiamo segnato nei primi 7 mesi dell’anno il record storico di export di Made in Italy di sempre, 300 miliardi di euro di Made in Italy esportato in tutto il mondo e anche l’occupazione sta salendo grazie ai nostri imprenditori e ai provati che non hanno mai mollato. Se in questo momento l’economia italiana sta andando bene – conclude – lo dobbiamo a persone coraggiose perche’ se altrove gli imprenditori sono degli eroi, al Sud sono supereroi per le difficolta’ che devono affrontare con la burocrazia, con organizzazioni malintenzionate e con tutti i problemi legati all’assenza o alla carenza di infrastrutture digitali e materiali”.