Lavoro, in Campania Ri-Parti con l’export: progetto per formare 40 giovani manager

66

Formare i futuri manager dell’export, mediante una formazione dal taglio pratico ed operativo, integrata da esercitazioni, case studies, collegamenti con uffici esteri ICE, incontri con associazioni e realtà aziendali, ed un percorso di stage presso le aziende del territorio. E’ quanto prevede il progetto “Ri-Parti con l’export”, per formare 40 ”futuri giovani manager dell’export”, promosso da una partnership che vede coinvolti la Regione Campania, ICE -Agenzia, Anpal Servizi, Consorzio ASI Napoli e CIS Interporto Campano, e che sarà presentato venerdì prossimo, 9 aprile, (ore 10) nel Palazzo convegni dell’Interporto di Nola (Napoli). All’incontro prenderanno parte Antonio Marchiello, assessore al Lavoro della Regione Campania, Alfredo Gaetani, presidente Interporto Campano, Ferdinando Grimaldi, presidente Cis Nola, Carlo Maria Ferro, presidente ICE, Michele Raccuglia, responsabile Area Territoriale Campania – Calabria ANPAL Servizi, Giuseppe Romano, presidente del Consorzio ASI di Napoli e Claudio Ricci, AD CIS Nola – Interporto Campano. Il progetto prevede un corso di specializzazione Export & Comunicazione Digitale per l’Estero – Marketing Manager, ”che si pone l’obiettivo – spiegano i promotori – di far nascere e crescere sul territorio campano 40 futuri manager dell’export, mediante una formazione mirata con fasi d’aula e stage”. I destinatari dei corsi sono giovani diplomati tra i 18 ed i 34 anni, prioritariamente disoccupati e inoccupati, beneficiari del reddito di cittadinanza, e successivamente a disoccupati ed inoccupati regolarmente iscritti ai CpI. Il corso durera’ circa sei mesi, e la Regione Campania ha cofinanziato l’iniziativa assicurando l’erogazione di un’indennita’ di frequenza di euro 2,50 all’ora ai partecipanti.