Lavoro: Infojobs, ‘agile’ sempre più richiesto, 1.300 offerte nel 2018

6

Roma, 9 nov. (Labitalia) – Si aprono ufficialmente oggi gli Italian Agile Days, l’evento di riferimento in Italia per i metodi agili per lo sviluppo e la gestione dei progetti software. Due giorni di incontri e workshop all’Università degli studi di Brescia, rivolti a professionisti e aziende che operano in questo ambito. InfoJobs, prima piattaforma in Italia per la ricerca di lavoro online, presente in qualità di sponsor, per l’occasione ha mappato il panorama dell’offerta di lavoro agile in Italia.

Negli ultimi 4 anni è sempre più preponderante lo spazio che la metodologia agile sta acquistando nel mondo Ict. Basti pensare che sono stati 6.571 gli annunci rivolti al mondo agile pubblicati online, 1.303 solo nel periodo gennaio-settembre 2018, di cui il 28% su InfoJobs. In questo panorama il settore Ict rappresenta quello con la maggior domanda di profili agile con l’81% degli annunci e il sotto-settore ‘Programmazione, consulenza informatica etc.’ detiene una quota del 37%. Ma anche altre aree aziendali stanno iniziando ad utilizzare questa metodologia di lavoro per i benefici che porta.

Obiettivo della metodologia agile, infatti, è di ridurre i rischi di fallimento, attraverso lo sviluppo del software in finestre di tempo limitate, ognuna delle quali rappresenta un piccolo progetto a sé stante e contiene tutto il necessario affinché le funzionalità del software incrementino poco alla volta fino a soddisfare completamente la richiesta del cliente, esterno o interno all’azienda. Un processo che richiede varie fasi di pianificazione, analisi dei requisiti, progettazione, implementazione, test e documentazione, e quindi un team dedicato di professionisti che garantiscano la riuscita del progetto finale.

Non stupisce, quindi, che all’interno degli oltre 6.500 annunci, la professione con più offerte di lavoro dedicate sia quella dello sviluppatore software (55,5%), seguita al secondo posto dal tecnico di rete e sistemi informatici (12,8%) e al terzo dall’analista gestione e organizzazione (8,3%). Chiudono la top 5 lo sviluppatore web e multimediali (3%) e l’analista di sistema (2,6%).

Le offerte di lavoro per queste professioni offrono per il 73% un contratto indeterminato e si rivolgono per il 46% a candidati che posseggono da 3 a 5 anni di esperienza e per il 39% a chi ha almeno 2 anni di esperienza. Tra le competenze più richieste spiccano quelle legate ai linguaggi di programmazione, come JavaScript, SQL, HTML5, PHP, oltre alle più classiche legate alla capacità di organizzazione, di gestione delle relazioni con i clienti e di lavorare in team.

Passando, infine, all’analisi delle regioni più attive nella ricerca di questi profili, la Lombardia rappresenta quella con la quota maggiore di richiesta (37%), con la provincia di Milano che totalizza l’87% degli annunci del dato regionale. Al secondo posto il Lazio con il 14%, la cui quasi totalità degli annunci per i profili in analisi è presente nella provincia di Roma (99%), mentre sul terzo gradino del podio troviamo l’Emilia-Romagna con il 10%. Qui la provincia di Bologna totalizza il 76% degli annunci del dato regionale, cui segue Modena con quota 10%.