Lavoro, Inps: le malattie degli Statali più del doppio dei privati. Record al Sud

55

Nella Pubblica amministrazione i giorni di malattia di cui hanno usufruito nel 2015 i dipendenti pubblici sono più del doppio rispetto a quelli accertati nel mondo delle aziende private. Lo certifica Inps, con un documento presentato oggi a Palazzo Wedekind a Roma, durante una conferenza stampa sul nuovo Polo unico per le visite fiscali. Come deciso dalla riforma della Pubblica amministrazione, dal 1° settembre, l’Istituto si occuperà anche degli accertamenti medici nel pubblico impiego. Il dossier dell’istituto guidato da Tito Boeri riporta i giorni di malttia “pro capite” di cui hanno usufruito i lavoratori: 5 giorni nel privato e 10,96 nell’amministrazione pubblica. 

Meno certificati al Nord Est
“I giorni di malattia per i dipendenti del Nord Est sono in media 9,8 l’anno, nelle isole tale numero sale a 13 con un incremento di quasi il 30% nell’ambito del settore pubblico”. E’ quanto rivela Boeri durante la presentazione del polo unico di medicina fiscale. “I giorni di malattia sul totale di giorni lavorati nel pubblico al Nord sono in percentuale intorno al 3% contro il 5% delle isole con un incremento del 66%, sempre all’interno della Pa – aggiunge – Per quanto riguarda il numero di certificati per dipendente nel sud e nelle isole la media è di 2,4- 2,8 l’anno, ovvero il 65 percento in più rispetto al Nord, dove la media è di 1,7-1,8 a testa”.