Lavoro, Sud Protagonista: Guardiamo con attenzione al nuovo Piano regionale

43
in foto Salvatore Ronghi, segretario generale del “Fronte Italiano per il Lavoro e la Partecipazione”-“Confederazione Nazionale Lavoratori”

“Guardiamo con attenzione al Piano per il Lavoro presentato dal presidente De Luca che costituisce un importante progetto per avviare alla formazione e all’assunzione di diecimila giovani nella Pubblica amministrazione campana e per aprire il percorso per una strategia occupazionale e di sviluppo in tutto il Sud, che presenta molti punti in comune con il progetto di “Sud Protagonista” per lo sviluppo e per il lavoro per questa parte del territorio e, quindi, per l’Italia, approvato dalla nostra Assemblea Costituente”. E’ quanto ha affermato il segretario federale di Sud Protagonista, Salvatore Ronghi, partecipando, stamani, a Villa Pignatelli, alla presentazione del “Piano per il Lavoro” della Regione Campania. “Mentre il neo Ministro per il Lavoro e il il suo movimento politico prevedono, nel contratto di governo, il mero assistenzialismo del reddito di cittadinanza, in Campania viene messo in campo un progetto di ampio respiro che tende a rinnovare e rilanciare la Pubblica Amministrazione e a creare lavoro stabile e di qualità per i giovani, il principale obiettivo politico per il nostro territorio, che deve vedere una forte sinergia politica finalizzata a fermare la fuga dei nostri giovani diplomati e laureati verso altri Paesi” – sottolinea Ronghi. “Il Piano per il Lavoro si inserisce, altresi’, in una strategia di sviluppo delle Regioni del Sud che punta sulla fiscalita’ di vantaggio e su progetti interregionali per la spesa dei fondi europei in infrastrutture, per i quali il nostro movimento politico e’ fortemente impegnato – aggiunge Ronghi – e rispetto ai quali e’ di fondamentale importanza creare una sinergia tra i governatori delle Regioni del Sud, anche nell’ottica della possibile costituzione della Macro Regione Meridionale”. ” infine, ha concluso Ronghi, ” non posso essere d’accordo con chi a priori contesta tutte le iniziative e in particolare quelle legate al lavoro perche’, su una materia cosi’ rilevante, siamo pronti a confrontarci e sostenere anche De Luca che affronta questo tema prioritario non da docente universitario ma con la consapevolezza di dare risposta certa e non fumosa. Aspettiamo i fatti”.