Le donne che conquistano il mondo, al Blu di Prussia si presenta il libro di Ermanno Corsi e Piero Antonio Toma

119

“Le donne che conquistano il mondo” è il titolo del saggio di Ermanno Corsi e Piero Antonio Toma che sarà presentato domani, mercoledì 7 giugno, alle ore 17,30,  al Blu di Prussia, in via Filangieri a Napoli. Interverranno Stefania Brancaccio, Annamaria Colao, Santa Di Salvo e Lida Viganoni.
Il volume racconta dettagliatamente come, in poco più di 70 anni dal dopoguerra alla contemporaneità, molte donne hanno sfondato il “soffitto di cristallo”, fino a ricoprire posizioni apicali e (quasi) oscurare l’altra metà del mondo (gli uomini).
Due mesi dopo l’elezione di Giorgia Meloni a Presidente del Consiglio dei Ministri, prima donna in Italia, esce questo ampio saggio scritto a quattro mani da Ermanno Corsi e Piero Antonio Toma due storici maestri del giornalismo stampato e audiovisivo italiano.
Corsi e Toma hanno ripercorso le vicende dell’emergere della componente femminile nella politica del nostro Paese e all’Estero, in particolare dal secondo dopoguerra alla contemporaneità. Il numero delle donne che, provenendo dalle diverse “sponde politiche”, ricoprono oggi posizioni di rilievo nei partiti e nelle istituzioni è progressivamente aumentato, specie negli ultimi decenni, non solo in nord Europa e in USA, dove il fenomeno non è nuovo, ma anche in Africa, Asia e Paesi Arabi.
Gli autori presentano per ognuna di loro delle schede che ne ripercorrono il profilo e le vicende che le hanno portate da condizioni di isolamento all’interno delle singole comunità (si pensi all’Italia – non solo del Meridione- nel Dopoguerra) alla conquista del potere. Da Nilde Iotti a Tina Anselmi a Maria Elisabetta Alberti Casellati e Marta Cartabia a Chiara Appendino, da Evita Peron a Kamala Harris, da Angela Merkel a Michelle Bachelet, i loro profili si stagliano nel libro sullo sfondo delle vicende storiche che le hanno viste protagoniste indiscusse.

I due autori
ERMANNO CORSI
Giornalista professionista, laurea in Lettere e studi in Storia, Teoria e Diritto dei Mass Media. Redattore e inviato di “Il Tempo” e “Il Mattino”, Caporedattore Rai a Napoli. Corrispondente di “Il Giorno” e “la Repubblica”, collaboratore di “Il Mondo”, “L’Europeo” e “Nord e Sud”, opinionista del “Roma”. Tra i libri pubblicati: La prima autostrada del Sud; Francesco De Martino una teoria per il socialismo; L’ultima Napoli; La città dalla guerra al Duemila; Mezzogiorno dimezzato; Aspettando Capri; Sindaco in fuga. Sessant’anni di giornalismo e oltre 30 premi e 6 cittadinanze onorarie. Insignito dal presidente Ciampi, motu proprio, della Commenda al merito della Repubblica. Per 18 anni ha presieduto l’Ordine dei Giornalisti della Campania.

PIERO ANTONIO TOMA
Giornalista professionista, laurea in Scienze Politiche con la prima tesi in Italia sulla Cina comunista. Ha lavorato per “Il Sole 24 Ore” e attualmente collabora con “la Repubblica”. Ha fondato e diretto l’agenzia stampa “Informedia”, alcuni periodici e una casa editrice. Ha scritto una quindicina di libri di narrativa, poesia e saggi meta-storici tra i quali: Napoli 1943. Il ritorno degli Ebrei (per il quale nel 2015 ha ricevuto la cittadinanza onoraria del Comune di Tora e Piccilli), e Dal Mezzogiorno al Mediterraneo, il lungo tempo della rinascita (Premio internazionale Francesco Saverio Nitti 2017).