Le Eccellenze Campane, nel Vesuviano una rete per valorizzare i prodotti del territorio

38

Una rete per la valorizzazione delle numerose eccellenze paesaggistiche, storiche, culturali, economiche ed enogastronomiche del territorio. E’ l’idea lanciata nelle prime due tappe della kermesse “Le Eccellenze Campane”, il brand che dal 2008 esporta il Made in Campania e che quest’anno prevede un’operazione di incoming per 4 Comuni vesuviani con i finanziamenti POC Campania 2014-2020. A Poggiomarino, al workshop “Comunicare il territorio: valorizzazione e tutela delle Eccellenze Campane” è emersa la volontà di fare squadra per costruire un ponte tra istituzioni, imprese e comunità per uscire dall’anonimato e attrarre turisti e operatori che di solito fanno tappa solo nelle località più note preferendole ad altre meno conosciute ma parimenti ricche di bellezze. E’ stata un’occasione anche per scoprire che esistono tante altre realtà, veri e propri musei a cielo aperto. Nel corso della serata è stato consegnato il Premio Eccellenze Econews a Luca Abete (Striscia la Notizia), Gioacchino Bonsignore (Tg5), Giuseppe Caporaso (Tv 2000), Monica D’Ambrosio (Ricicla tv) e Giulio Finotti (La7) che con il loro impegno costante di denuncia e promozione si sono distinti per la salvaguardia e rilancio dei territori. A concludere i lavori, il panel sulla valorizzazione agroalimentare dei Comuni inseriti nel progetto, Poggiomarino, San Giuseppe Vesuviano, Ottaviano e Striano. L’olimpionico Patrizio Oliva e il primario di medicina dello sport Marcellino Monda hanno evidenziato i benefici della dieta mediterranea, in particolare alcuni prodotti vesuviani come i pomodorini del piennolo sono alla base di un’alimentazione sana e vincente, adottata anche da molti campioni stranieri, tra cui la nazionale Usa di scherma. Monda ha anche ricordato che i Paesi del nord Europa, dopo aver scoperto i danni del loro modo di nutrirsi, stanno recependo la dieta mediterranea. “Si tratta di un’ulteriore possibilità di penetrazione in quei mercati da parte delle aziende agroalimentari del Vesuviano”, spiegano gli organizzatori della manifestazione. A San Giuseppe moda e cultura hanno sfilato insieme durante la seconda tappa presentata dalla show girl Raffaella Fico davanti a circa 500 persone, con una nutrita presenza di turisti stranieri, buyers e addetti ai lavori. In passerella i nomi della sartoria vesuviana, Gianni Molaro, Bartin, Loredana Cattolico, Fefì e Hitch che hanno costruito il loro successo imprenditoriale partendo dall’entroterra fino a imporsi sulla scena nazionale e internazionale. I prossimi appuntamenti della rassegna si terranno a Ottaviano e Striano il 12 e 16 novembre con momenti di confronto tra imprenditori e la partecipazione attiva delle scuole.