Dopo le rapine, gli attentati: tabaccai esasperati. Francesco Marigliano (Fit): Più tutele per la categoria a Napoli

263
Il Comitato metropolitano, convocato per analizzare la situazione della sicurezza pubblica a Napoli

“Non solo assistiamo da tempo ad una preoccupante recrudescenza di furti e rapine ai danni dei tabaccai, ora ci dobbiamo anche preoccupare degli attentati dinamitardi”.
L’allarme arriva direttamente dal presidente provinciale della Federazione Italiana Tabaccai di Napoli, Francesco Marigliano, che, nel corso del Comitato Metropolitano, convocato per analizzare la situazione dell’ordine e la sicurezza pubblica, ha portato la questione all’attenzione del Prefetto.
Dati e statistiche alla mano, i tabaccai di Napoli hanno chiesto a gran voce l’adozione di misure di sicurezza urgenti per fronteggiare l’escalation di fatti criminosi che stanno colpendo i commercianti della provincia di Napoli.
“Abbiamo sempre apprezzato l’attività svolta dalle Forze dell’Ordine sul nostro territorio – ha detto Marigliano – ma, alla luce degli ultimi eventi che hanno scosso la nostra provincia, in particolare Afragola, e del dilagare del contrabbando, chiediamo formalmente la predisposizione di un piano di vigilanza e controllo del territorio che possa garantire al meglio la sicurezza della categoria ed il rispetto delle norme sulla vendita dei tabacchi”.
Alla Riunione erano presenti il sindaco di Napoli De Magistris, i vertici delle Forze dell’ordine, i pesidenti delle Municipalità, l’assessore Clemente e il presidente della Camera di commercio Fiola.