Le Zirre lancia Ferruccio. E’ made in Napoli la prima mascherina aperitivo-compatibile

423

L’Italia riparte. E nella fase 2 c’è una data da barrare sul calendario: giovedì 21 maggio 2020. Domani infatti tocca a ristoranti, bar e in generale locali per aperitivi a riaprire adeguandosi alle nuove norme di sicurezza. Ma la domanda nasce spontanea: come possono i clienti dei locali bersi un drink indossando la mascherina? Su questo tema si è interrogato Le Zirre Napoli ® che in questo lungo periodo di lockdown si è distinto per numerose iniziative charity attraverso la produzione di colorate e super fashion mascherine. “Il brand 100% made in Naples – si legge in una nota diffusa dall’azienda – ha escogitato un sistema cool e soprattutto utilissimo per ovviare a questo impedimento. Si chiama Ferruccio ed è la nuova mascherina must have che sarà inseparabile compagna di bevute e brindisi da domani in poi”. “Segni particolari – continua il comunicato -: mascherina lavabile con interno in Tnt che funge da filtro con un occhiello attraverso il quale passa la cannuccia a collegare il drink alla bocca e quindi senza necessità di levarsi la mascherina e appoggiarla su tavolini, banconi, sedie o altre superfici a rischio infezione. Se queste sono le info tecniche di Ferruccio, la sua resa estetica la dice ancora più lunga: disponibili in diverse varietà cromatiche e con tutte le caratteristiche in regola per spopolare nella Napoli da bere”.