L’edilizia vola grazie al Superbonus 110%. Boom in Lombardia e Lazio. Bene la Campania. I dati dell’Ance

240
in foto la conferenza stampa di presentazione di Saie Bari 2021, la Fiera delle Costruzioni (dal 7 al 9 ottobre 2021 presso la Nuova Fiera del Levante)

L’accelerazione del settore edile non si è interrotta neppure durante l’estate. I dati, elaborati da Ance, illustrati oggi in occasione della conferenza stampa di presentazione di Saie Bari 2021, la Fiera delle Costruzioni (dal 7 al 9 ottobre 2021 presso la Nuova Fiera del Levante) parlano chiaro: continuano a crescere tutti i principali indicatori, dal mercato immobiliare agli investimenti, dai lavori pubblici agli interventi realizzati grazie al Superbonus 110%. Non si tratta solo di una boccata d’ossigeno dopo le difficoltà del 2020, ma anche di una crescita che si avvia a diventare strutturale e a rappresentare il fiore all’occhiello dell’economia italiana. Per consolidare il momento occorre anche un luogo, un momento di incontro e condivisione, in cui i protagonisti del settore possano interpretare il presente dell’edilizia e coglierne le prospettive future. L’appuntamento di ottobre di SAIE Bari, che mette insieme imprese, professionisti, istituzioni e associazioni, risponde proprio a questa necessità.
Partiamo dai dati di scenario. La fase d’espansione del mercato immobiliare residenziale (nel I trim. 2021 rispetto all’anno pre-Covid, il 2019, è cresciuto del +17,1%) sta favorendo gli investimenti in costruzioni, che nel II trim. 2021 sono cresciuti del +54% rispetto allo stesso periodo del 2020 e del +12,8% su quello del 2019. Un trend positivo che, secondo Ance, dovrebbe proseguire anche nei prossimi mesi e che culminerà con un’impennata dei livelli produttivi del +8,6% a fine 2021, trainata dal recupero abitativo (+14%) e dal comparto non residenziale privato (+5%) e pubblico (+7,7%). Buone notizie anche dal fronte lavori pubblici: nel mese di luglio infatti i bandi di gara sono aumentati in numero (+3,7%) e negli importi banditi (+4,2%) rispetto allo stesso mese del 2020.
A dare impulso alla ripresa sono stati certamente anche gli incentivi statali come il Superbonus 110%, che anche ad agosto si è confermato in crescita, sia per numero di interventi che per valore economico. Da quando è partita, la misura ha raggiunto 37.128 interventi, per un ammontare di quasi 5,7mld di euro, di cui oltre 2mld realizzati solo nei mesi di luglio e agosto grazie alle semplificazioni volute dal governo. Aumenta la quota relativa agli edifici condominiali, che ora incidono per il 46,6% del valore totale, rispetto al 33,3% degli edifici unifamiliari e al 20,4% delle unità immobiliari indipendenti.
A livello di distribuzione regionale, si evidenziano nelle prime posizioni Lombardia (5.116 interventi per un valore di €858mln), Veneto (4.628, €559mln), Lazio (3.704, €560mln) e seguiti a breve distanza dalla Toscana (3.704, €398mln) e dall’Emilia-Romagna (2.861, €464mln). Da rilevare anche le ottime performance di quattro regioni meridionali, Sicilia (2.751, €397mln), Puglia (2.372, €326mln), Campania (2.447, €469mln) e Calabria (1.638, €249 mln). In questo contesto diventa fondamentale rendere sistemico il Superbonus con una proroga almeno fino al 2023. Saie dedicherà proprio al Superbonus 110% il convegno inaugurale, organizzato in collaborazione proprio con Ance, dal titolo “Stati Generali del Superbonus 110% e degli altri incentivi fiscali” e tanti altri momenti di approfondimento.
“La filiera sta finalmente vivendo un momento di forte crescita. È l’occasione che il sistema delle costruzioni aspettava da tempo e non va sprecata – ha dichiarato Ivo Nardella, Presidente Gruppo Tecniche Nuove e Senaf. La crescita, se non è ragionata e non getta le basi per un rinnovamento del settore, è effimera. Abbiamo davanti tante sfide, come la sostenibilità e l’innovazione tecnologica, che richiedono competenza, coraggio e capacità di networking. Con la nuova edizione di Saie vogliamo accompagnare gli operatori del settore alla scoperta di tutte le novità più importanti, mostrandogli le tecnologie e le soluzioni che caratterizzeranno il futuro dell’edilizia e dell’impiantistica. Allo stesso tempo vogliamo offrire alle eccellenze del settore lo spazio di cui hanno necessità per farsi conoscere e crescere. Siamo orgogliosi di farlo, per la seconda volta dopo il successo del 2019, a Bari, un’autentica città del fare, con un’edizione che mette al centro ogni aspetto del costruire, dalla matita al cantiere fino al Bim“.

Le tabelle Ance