Lega all’attacco di De Luca. Pina Castiello: Sul Covid ha fallito, subito un commissario

160
In foto Pina Castiello

“Gli inquietanti scenari evocati ieri da Bruno Zuccarelli, vice presidente dell’Ordine dei medici di Napoli, spintosi ad ipotizzare il concreto rischio di assistere a breve ad una Napoli sovrapponibile alla Bergamo della scorsa primavera, destano allarme e preoccupazione. Ormai gli operatori sanitari, concordemente, denunciano il quadro di una Campania non pronta ad affrontare il dilagare dei contagi e ad un passo dal collasso. Ciò significa che il presidente De Luca non è stato in grado di ‘organizzare la difesa’, consentendo al ‘nemico’ di arrivare indisturbato alle porte della regione, che ora rischia di essere travolta”. Lo afferma la deputata campana della Lega, Pina Castiello. “Le colpe di De Luca sono talmente conclamate che lo vediamo, da un lato, rifugiarsi in una pratica molto simile al gioco delle tre carte, litigando fittiziamente con il governo del suo partito ed in particolare coi ministri Speranza, Azzolina e Spadafora, con i quali poi condivide l’appoggio ‘politico’ al governo stesso. E, dall’altro, esibirsi in passerelle inopportune, utili solo a nascondere tristi verità, come quella dell’Ospedale del Maré, struttura in cui i medici, pur lavorando con grande professionalità, sono in fortissimo affanno. La Campania rischia grosso. Non c’è un attimo da perdere, occorre subito un commissario per l’emergenza Covid-19. Lo pseudo governatore che, come si dice a Napoli, si è ‘fatto piovere addosso’, va sterilizzato al più presto”.