Lega, Salvini a Ischia visita le zone colpite dal sisma: Qualcuno non ha agito. E sul governo…

56
in foto Matteo Salvini

“Adesso i numeri non ci sono, tra qualche giorno speriamo che ci siano”. Lo ha detto Matteo Salvini, leader della Lega, uscendo dall’hotel di Ischia dove sta trascorrendo le vacanze pasquali, prima di recarsi nella zona “rossa” di Casamicciola colpita dal sisma del 21 agosto scorso. “Intanto – ha aggiunto il leader del Carroccio – i lavori del Parlamento sono iniziati senza settimane di attesa e senza litigi, grazie al ruolo di mediazione svolto dalla Lega. Speriamo di fare lo stesso per il Governo”.
Il leader della Lega Matteo Salvini ha visitato la zona rossa di Casamicciola, interdetta dallo scorso 21 agosto a causa di una violenta scossa di terremoto. Salvini è accompagnato dai sindaci di Casamicciola e Lacco Ameno, e dal coordinatore di Forza Italia in Campania, Domenico De Siano. Salvini si è soffermato davanti alla chiesetta dove perse la vita la 52enne Lina Balestrieri, colpita dalle macerie mentre scendeva dall’auto insieme con il marito rimasto illeso.
“Posso dire quello che ho detto visitando le zone colpite dal terremoto nelle Marche, nell’Umbria e nell’Abruzzo: spesso e volentieri il nemico dei cittadini e dei sindaci è la burocrazia” ha detto ai giornalisti, al termine del sopralluogo. “Nell’Italia che ho intesta – ha detto ancora il leader del Carroccio – ci sono pieni poteri agli amministratori locali in caso di gestione delle emergenze e in casi di gestione dell’ordine e della sicurezza”. “Anche in questo caso – ha concluso Salvini – non è possibile che dopo sette mesi sia tutto fermo all’agosto scorso. C’è qualcuno che a Roma o a Napoli non fatto quello che doveva fare, evidentemente”.