Legambiente, rapporto sull’energia in Italia: Uso delle fonti rinnovabili, Campania nella top ten

20

Una Campania alimentata dal vento e riscaldata dal sole: con 37.983 impianti da fonti rinnovabili presenti in tutti i Comuni nel 2020, la Campania si conferma tra le prime 10 Regioni italiane con la maggior potenza installata che si attesta a 3.204,8 mw con un valore medio di 54,7 kw ogni 100 abitanti. L’eolico è la tecnologia con maggiore potenza installata sul territorio. Rappresenta il 54,4% del totale. Seguono il fotovoltaico elettrico, pari al 27,4% del totale installato, l’idroelettrico e, infine, le bioenergie. È quanto emerge dal rapporto Comuni Rinnovabili Campania 2021 di Legambiente, presentato stamattina nel polo tecnologico universitario della Federico II di Napoli a San Giovanni a Teduccio. Rispetto al 2019, è stato registrato un incremento del numero totale di impianti installati sull’intero territorio regionale pari al 6,37%. Gli incrementi delle singole tecnologie vedono nel solare elettrico il comparto impiantistico che fa registrare gli aumenti più importanti con un +6,49%, seguito poi dall’idroelettrico con un +3,33%, dalle bioenergie con un incremento del 1,06%. La produzione di energia elettrica da fonti Rinnovabili, nel 2020, è stata di, 5.805,8 Gwh, pari al 49,4%, del totale della produzione territoriale, con un incremento del 4,2 % rispetto allo scorso anno. Complessivamente sono 106 i Comuni campani 100% RINNOVABILI, quelli in cui la produzione delle fonti RINNOVABILI installate riesce a superare i fabbisogni elettrici dei cittadini residenti(erano 102 nel 2019). La maggior parte dei Comuni, il 29,2%, si trovano in provincia di Salerno, seguita da Avellino con il 24,5%. Terza la provincia di Caserta con il 21,7% dei comuni, poi Benevento con il 19,8%. Fanalino di coda la provincia di Napoli con il 4,7% dei comuni. Tra i primi dieci comuni c’è Eboli, in provincia di Salerno, che con il suo mix di 4 diverse tecnologie, come il mini-idrolettrico, il solare e le bioenergie (nello specifico impianti a biogas e bioliquidi) può soddisfare completamente i fabbisogni energetici elettrici delle famiglie residenti. Nel comune di Piana di Monte Verna, in provincia di Caserta, nel mix dei quattro diversi impianti presenti, troviamo la geotermia a bassa entalpia.