Legge elettorale, Cassazione chiede di integrare quesito referendario

7

Torino, 22 ott. (Adnkronos) – Per una questione formale, la Corte di Cassazione ha chiesto agli otto Consigli regionali, Piemonte compreso, che il 30 settembre avevano presentato istanza di referendum abrogativo riguardante la , un’integrazione al quesito referendario e per farlo ha concesso tempo fino all’8 novembre. La Cassazione invita anche i promotori a cambiare la denominazione del quesito per la sua identificazione. E’ quanto si legge in una nota di Palazzo Lascaris. 

Nello specifico, l’integrazione richiesta consiste nella formulazione integrale dei testi delle disposizioni di cui si chiede l’abrogazione; inoltre la denominazione del quesito dovrà essere ‘Abolizione del metodo proporzionale nell’attribuzione dei seggi in collegi plurinominali, nel sistema elettorale della Camera dei Deputati e nel Senato della Repubblica’. I Consigli regionali, come detto, avranno tempo fino all’8 novembre per deliberare le integrazioni di carattere formale.