Lesioni spinali, studio made in Italy: impulsi meccanici per rigenerare i neuroni

398

L’applicazione di stimoli meccanici esogeni di intensita’ uguale o inferiore a quelli generati in vivo e’ un potente stimolo per la maturazione dei neuroni e per l’accrescimento e la ramificazione dell’assone, prolungamento principale della cellula nervosa responsabile della conduzione degli impulsi nervosi. Lo rivela uno studio coordinato da Vittoria Raffa, biologa dell’Universita’ di Pisa, che ha studiato i meccanismi di rigenerazione del sistema nervoso indotta da stimoli meccanici. I risultati raggiunti sono stati pubblicati sulla rivista Journal of Neuroscience. Il gruppo, spiega una nota dell’Ateneo, “ha sviluppato un metodo basato sull’utilizzo di nanoparticelle per applicare sull’assone”, prolungamento principale della cellula nervosa responsabile della conduzione degli impulsi nervosi, “forze meccaniche estremamente piccole capaci di indurre una crescita assonale estrema, superiore a quella indotta da stimoli chimici”. “La metodologia proposta dal nostro gruppo – sottolinea Raffa – si basa sull’utilizzo di particelle gia’ approvate per uso clinico e campi magnetici non invasivi. Si aprono dunque prospettive future per l’impiego di questa metodologia al trattamento di lesioni nervose e, in particolare, di lesioni spinali, grazie al supporto ricevuto dalla Fondazione Wings for Life”.