L’esperto: “Programmare vaccinazione antinfluenzale per proteggere anziani e fragili”

7

Roma, 3 nov. (Adnkronos Salute) – “La programmazione della campagna vaccinale è la chiave per poter assicurare i vantaggi della vaccinazione antinfluenzale a tutta la popolazione, a partire dai più fragili e dagli anziani. Programmare la vaccinazione antinfluenzale vuol dire dare la possibilità alle Regioni, attraverso la circolare ministeriale, di organizzarsi il prima possibile per l’acquisto dei vaccini e consentire a ospedali, medici di medicina generale, centri vaccinali e farmacie di attivarsi per la distribuzione e l’esecuzione della vaccinazione. Tutto questo è fondamentale, perché sebbene i dati della copertura vaccinale 2020-2021 siano migliori rispetto alla stagione precedente, c’è ancora della strada da fare per riuscire a raggiungere almeno il target minimo nelle popolazioni a rischio (75%, l’ottimale sarebbe 95%). Negli over 65 la copertura è arrivata al 66,5%, dunque siamo ancora molto lontani dall’obiettivo”. Così Michele Conversano, direttore del Dipartimento di Prevenzione Asl di Taranto, intervenendo alla Media Master Class “Raccontare l’influenza al tempo della pandemia” che si è tenuta presso l’Università La Sapienza di Roma.