Letteratura elettronica, a Napoli la prima volta in Italia

77

Una grande rassegna che porta per la prima volta in Italia i grandi artisti internazionali della “letteratura elettronica”, un Festival che intende conoscere e far conoscere, indagare e riflettere su come Una grande rassegna che porta per la prima volta in Italia i grandi artisti internazionali della “letteratura elettronica”, un Festival che intende conoscere e far conoscere, indagare e riflettere su come le tecnologie ed in particolare il web influenzino l’arte e la letteratura nei suoi vari aspetti, dal racconto al romanzo, dalla musica al video alla fotografia, danza, teatro, poesia o alla pittura. La conferenza stampa di apertura di “OLE.01 – Festival della Internazionale della letteratura elettronica” si terrà a Napoli, mercoledì 1 ottobre, ore 11,00, presso la Sala Scarlatti del Conservatorio San Pietro a Majella, in via San Pietro a Majella, 35. La capitale partenopea ospiterà dal 1 ottobre al 3 novembre “OLE.01 – Festival Internazionale della Letteratura Elettronica”, sostenuto dalla Commissione Europea in stretta collaborazione con la Regione Campania e il Comune di Napoli, assessorato alla Cultura e al Turismo. “Electrify your imagination” è lo slogan del Festival: le tecnologie non hanno solo cambiato il modo di produrre o di fruire l’arte, ma ne hanno cambiato i contenuti, l’espressione, mutandone persino il linguaggio. Interverranno alla conferenza stampa Caterina Miraglia, Assessore alla Cultura Regione Campania, Nino Daniele, Assessore alla Cultura Comune di Napoli, il Direttore del Conservatorio di San Pietro a Majella Elsa Evangelista, Patrizia di Maggio, Responsabile Arte Contemporanea Soprintendenza BAPSAE per Napoli e Provincia. Saranno inoltre presenti il critico cinematografico prof. Valerio Caprara, lo storico del cinema e film maker prof. Mario Franco, il prof. Lello Masucci e la dott.ssa Roberta Iadevaia, rispettivamente direttore artistico di OLE e co-curatrice del Festival OLE.01, e Elio Martusciello, sezione musica elettronica San Pietro a Majella. Durante la conferenza verrà presentata la manifestazione che coinvolgerà tutta la città per un mese intero con eventi, installazioni concerti, mostre, dibattiti.