Lexus NX, la visione della mobilità del futuro alla Milano Design Week

7

Per il decimo anno consecutivo Lexus è presenta alla Milano Design Week con un’installazione in Piazza XXV Aprile dedicata al nuovo NX, che amplia la visione dell’elettrificazione rappresentata dalla continua evoluzione nel proporre la migliore tecnologia, prestazioni ai massimi livelli e garantire qualità ed eccellenza dei dettagli, partendo dalla costante filosofia di Lexus di porre l’uomo al centro.
L’elettrificazione dei veicoli amplierà le possibilità per i designer e le modalità con cui vivremo il nostro tempo a bordo. Ed è proprio da 15 anni di leadership nello sviluppo di soluzioni di mobilità elettrificata che nasce il nuovo Lexus NX che incarna la visione della mobilità del futuro secondo Lexus e introduce novità importanti anche sotto il profilo del design. Tra questi il nuovo concetto di posizione di guida “Tazuna” di Lexus che prende il nome da una parola giapponese che descrive il controllo di un cavaliere sul suo cavallo usando le redini. L’obiettivo è dare al guidatore un controllo diretto e intuitivo del veicolo e offrire una migliore esperienza di guida, facendolo sentire sicuro di sè e in controllo del suo veicolo e di ciò che lo circonda.
“La centralità della persone guida lo sviluppo di ogni modello Lexus e il nuovo NX ne è la rappresentazione plastica” ha dichiarato Maurizio Perinetti, Direttore Lexus Division Italia. “La nuova generazione di NX introduce la nuova direzione del brand, con nuovi propulsori tra cui il primo ibrido plug-in di Lexus, miglioramenti dinamici e nuovi orizzonti per il design interno e esterno. L’elettrificazione della mobilità rappresenta infatti un’opportunità per reinventare il piacere di guida, attraverso le numerose tecnologie che stiamo sviluppando e che trasformeranno radicalmente l’essenza dei veicoli premium. E’ la nostra visione di come saranno i veicoli del futuro, racchiusa nel concetto Lexus Electrified”. Secondo Simon Humpries, Responsabile di Toyota e Lexus Global Design “Le auto del futuro dovranno senza dubbio rispondere al desiderio umano di muoversi liberamente. L’aspetto più importante del design è considerare i sentimenti delle persone. Oggi non è possibile creare automobili usando la stessa mentalità del passato. Nessun utente vuole sempre la stessa cosa dal suo veicolo” – prosegue Humpries. “Per esempio, potrebbe voler fare il pendolare in auto per andare al lavoro da solo; poi, in un altro momento, potrebbe voler utilizzare l’auto per fare shopping, o andare in giro con la famiglia. Quindi, è meglio se un veicolo può rispondere alle esigenze individuali nel miglior modo possibile”.
(ITALPRESS).