“Liberamente”, sabato al via il progetto di book therapy della Federico II

35

La lettura come cura, strumento di auto-analisi e sollievo dagli affanni e dalla malattia: e’ questa l’idea che sottende il progetto di booktherapy “Liberamente”, alla biblioteca dell’Aou Federico II di Napoli, che verra’ presentata sabato dalle ore 11.15 alle ore 13.15 nell’Aula Piccola Sud in via Pansini 5, nell’ambito della terza edizione dell’Atelier della Salute. L’Azienda ospedaliera e la Scuola di medicina e chirurgia dell’Universita’ degli Studi di Napoli Federico II con la Fondazione Premio Napoli hanno dato vita a un progetto di promozione della booktherapy nei percorsi di cura. Il professore Maurizio Bifulco, e’ il responsabile del progetto insieme alla dottoressa Gloria Castagnolo che gestira’ lo spazio. Lo spirito dell’iniziativa e’ quello di coinvolgere la cittadinanza in modo attivo, rendendo accessibile la biblioteca per chiunque si rechi al Policlinico per cure ed esami o per accompagnare un proprio caro. La biblioteca, inoltre, sara’ destinata anche a tutto il personale docente e tecnico-amministrativo, nonche’ agli studenti e al personale sanitario. La giornata di sabato si aprira’ con i saluti dell’assessore alle Politiche sociali del Comune di Napoli, Roberta Gaeta; con le testimonianze degli esperti del settore biblioteconomico, della Psicologia clinica, del mondo della cultura, del Corso di Laurea in Scienze infermieristiche, l’associazione Liber@Arte promotrice del Salone del Libro di Napoli, oltre alla Fondazione Premio Napoli.