Libia: racconto choc pescatore ‘volevano che accusassi il comandante di traffico droga’/Adnkronos (2)

23

(Trapani) – “Subito dopo mi hanno messo una cosa in mano, sembrava una cosa morbida. Lì ho capito che era droga. Forse volevano che lasciassi lì le mie impronte. Successivamente mi hanno messo dell’inchiostro su ogni dito, come se dovessero prendermi le impronte. Insomma stavano facendo di tutto per incastrarmi”, racconta il marittimo.