Libreria Loffredo riapre i battenti, ma stavolta sulla rete

36

La libreria Loffredo rinasce in una veste tutta nuova. La storica casa editrice, fondata all’inizio dell’ Ottocento, ha scelto la frontiera del web per rimettersi in gioco. Lo fa dopo La libreria Loffredo rinasce in una veste tutta nuova. La storica casa editrice, fondata all’inizio dell’ Ottocento, ha scelto la frontiera del web per rimettersi in gioco. Lo fa dopo la chiusura dello scorso maggio attraverso il progetto “Leggere è” ed il portale leggereloffredo.it, su cui è possibile iscriversi, interagire con altri utenti, scrivere post di musica ed eventi culturali. E, in particolare, si possono consultare gli immensi cataloghi di libri disponibili (on-line a partire da questa settimana). Ogni volume è ordinabile via internet, ma anche tramite sms e telefonata. Il pagamento può essere effettuato con carta di credito al momento della consegna. “Sarà una libreria on-demand, una delle prime di Napoli”, spiega Antonio Loffredo, presidente del progetto. Il patron dell’iniziativa ribadisce i motivi della scelta: “Abbiamo adottato la rete come nuova sfida, visti gli affitti ormai impossibili per poter disporre di un qualsiasi locale commerciale”. Accanto allo store virtuale, “Leggere è” si propone anche come associazione culturale per la promozione e diffusione della cultura e del libro. Come si legge andando sulla nuova piattaforma, “vuole essere uno spazio vivo dove ognuno liberamente si confronta con gli amanti della lettura, della musica e del cinema, mettendo in moto la sua creatività e accrescendo la cultura di tutti”. Inoltre, si farà promotore di numerosi eventi culturali. Si inizierà già da giovedì prossimo, con la presentazione di un libro al Circolo del tennis del Vomero. Il costo annuale della tessera di partecipazione alla nuova realtà è di soli 5 euro. L’associazione è stata ufficialmente presentata nel week-end appena trascorso, in un piccolo gazebo allestito tra Via Merliani e Via Scarlatti. Si sono svolti reading e incontri con gli scrittori Antonella Cilento, Amedeo Colella, Maurizio de Giovanni e Silvio Perrella. E’ stata aperta anche una speciale “caccia al libro” per tutti i cittadini: ogni iscritto ha dovuto trovare determinati volumi, nascosti all’interno di cinque esercizi commerciali della zona. Questi libri, una volta letti, possono essere girati da una persona all’altra. Nella speranza che, come si legge sul sito, “questo lungo viaggio di lettore in lettore possa durare all’infinito”.