Libri, sicurezza reale e percepita: da Pignataro e Giannetta focus sulla Campania

99

“La sicurezza urbana in Regione Campania tra sicurezza reale e sicurezza percepita”: è questo il titolo della pubblicazione scientifica (Editrice APES) realizzata a seguito di una ricerca effettuata dal dott. Salvatore Pignataro, coordinatore della ricerca, Specialista in Criminologia Investigativa, Sicurezza e Digital Forensics e dal dott. Domenico Giannetta, ricercatore, Comandante della Polizia Municipale di Atripalda e Specialista in Sicurezza Urbana, per conto dell’istituto di Studi Politici San Pio V di Roma e l’Osservatorio della Legalità.

La prefazione del volume è a cura del professore Giuseppe Acocella Rettore dell’Università Giustino Fortunato che scrive: “Il lavoro di sistemazione e ricerca intorno al tema della Sicurezza urbana svolto da Salvatore Pignataro e Domenico Giannetta rappresenta ora un punto di incontro tra l’attività dell’OSLE e quella dell’Osservatorio sulla città globale.

La documentata indagine che viene qui proposta sulla sicurezza pubblica, in specie riferita alla dimensione urbana, finalmente consente una visione complessiva della funzione che – alle origini della configurazione storica dello Stato moderno – Hobbes già individuava come azione caratterizzante l’organizzazione collettiva pubblica e dello stesso principio di sovranità.

Con questo volume – continua il prof. Acocella – il lettore non soltanto può disporre di un utile “manuale” in materia – che assembla i profili necessari a comprendere e definire gli atti e gli strumenti della sicurezza pubblica – ma attraverso esso può riconoscere i concreti aspetti assunti dal problema della legalità nel nostro tempo e nel nostro paese, ed addirittura comprendere la problematica securitaria delle città contemporanee come viene di fatto rivelata dalle molteplici prospettive che il libro affronta.

Indagando – attraverso l’esame degli strumenti che affrontano i problemi della sicurezza, dal quadro normativo ai campi di studio sul campo del fenomeno, dall’approccio sociologico a quello criminologico, dai problemi di spesa al riassetto delle competenze e delle funzioni della polizia locale – non soltanto le questioni della sicurezza reale ma anche l’intrigante profilo della sicurezza come viene percepita dai cittadini, questo studio si presenta come un “prontuario” di accesso allo spinoso tema.

I molteplici aspetti dei comportamenti criminosi oggetto dell’attenzione (e dell’allarme che essi suscitano nei cittadini) richiamano in realtà la consapevolezza che il principio di legalità costituisca inderogabilmente l’asse su cui si fonda la convivenza in una società democratica e la condizione per il rispetto generale delle regole che disciplinano la vita sociale. Il tema qui analizzato è dunque aspetto fondamentale della aspirazione alla pace sociale sempre più avvertita dalle comunità come ingrediente essenziale delle democrazie”.

La pubblicazione sarà presto presentata nelle università e in alcune importanti sedi istituzionali della Campania e d’Italia.