L’impresa liberi l’immaginazione

24

Tra le ragioni per cui la quota del lavoro nel reddito nazionale è diminuita dall’inizio del XXI secolo, in particolare negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale, gli esperti trascurano l’indebolimento, nel corso delle rivoluzioni industriali, dei valori immateriali racchiusi nella cultura dell’imprenditorialismo da cui deriva la propensione all’imprenditorialità. Da qui l’esigenza di un codice culturale che emancipi il lavoratore dalla schiavitù delle forze della passata rivoluzione industriale e liberi la sua immaginazione. Uno scenario alternativo a quello sopra descritto mostra l’intreccio dei compiti tra la mente umana e l’IA. È così che si otterranno prestazioni superiori acquisendo nuova conoscenza altrimenti non ottenibile. Ciò potrà comportare il bilanciamento degli investimenti tra le spese in tecnologia e gli esborsi destinati al capitale umano, sempre che si avverino due condizioni. Da un lato, una politica fiscale che favorisca l’ammortamento degli investimenti nei lavoratori. Dall’altra, una politica aziendale che metta il capitale intellettuale al centro della sua azione.

piero.formica@gmail.com