Lippi: “Champions? Juve squadra difficile da attaccare”

39

Roma, 15 mag. (AdnKronos) – “La finale di Champions? Tra Juventus e Real Madrid si parte 50 e 50. Sono cresciute le possibilità offensive della Juve che ha saputo mantenere le caratteristiche che non ha nessun’altra squadra, quelle difensive. Squadre come il Barcellona o il Real Madrid quando incontrano la Juve hanno delle difficoltà perché non riescono ad offendere con facilità come fanno con le altre, questa è la grande forza della Juve, che ha anche la capacità di avere 3-4 grandi giocatori che possono fare la giocata giusta”. Il ct della Cina ed ex tecnico della Juventus, Marcello Lippi, parla così della finale di Champions tra i bianconeri e il Real Madrid in programma il 3 giugno a ‘La Politica nel Pallone’ su Gr Parlamento.

La squadra di Allegri ha perso con la Roma dovendo rimandare la festa scudetto ed è attesa dalla finale di Coppa Italia con la Lazio mercoledì. “Se la Juve vince la Coppa Italia si libera mentalmente? E’ chiaro, ma non vedo una grande preoccupazione in questo momento nell’ambiente juventino per aver rimandato la vittoria dello scudetto. Se dovesse non vincere la Coppa Italia potrebbero insinuarsi delle sensazioni negative che potrebbero condizionare un po’, ma la Juve ha dato dimostrazione di forza, di compattezza, di forza fisica e psicologica, e non credo le abbia perse perché ha sbagliato solo il secondo tempo con la Roma, non credo si faranno condizionare”, ha aggiunto Lippi.