Liquid Art System torna all’Art Miami e espone solo opere italiane

90

di Massimo Cerrotta

“Liquid Art System”, il circuito di gallerie d’arte contemporanea con sede a Capri, Positano e Londra, vola fino in Florida per partecipare, per il settimo anno consecutivo, all’Art Miami, la storica fiera  statunitense che viene universalmente riconosciuta tra gli eventi a tema artistico più importanti degli Stati Uniti. Dal 3 all’8 dicembre, Miami diventerà quindi la capitale internazionale dell’arte, con oltre novecento artisti e duecento gallerie provenienti da ogni angolo del mondo, per un totale di migliaia di opere d’arte diverse, tutte riunite in un’unica sede per questa celebre manifestazione che quest’anno raggiunge anche la sua trentesima edizione. Dal canto suo, ad Art Miami “Liquid Art System” esporrà esclusivamente artisti italiani, tutti pittori e scultori rappresentanti della scena figurativa. Per la pittura sarà possibile ammirare un’ampia gamma di stili, che spazia dalle atmosfere fiabesche e sognanti di Elisa Anfuso all’iperrealismo simbolista di Paolo Quaresima, dalla perfezione neoclassica di Roberto Ferri alle mutevoli e perturbanti figure semi-umane di Agostino Arrivabene. Dal lato della scultura saranno invece esposti i bronzi turbinanti e intrecciati di Gianfranco Meggiato e i marmi classici ed insieme “urbani” di Fabio Viale, artista attualmente esposto alla Biennale di Venezia e new entry nella squadra di “Liquid Art System”. Proprio accanto all’Art Miami nasce peraltro la più giovane fiera sorella del Context Art Miami, dove “Liquid Art System” sarà presente con due diversi progetti espositivi, entrambi esemplificativi del proprio approccio “glocal”, che unisce appunto l’aspetto globale e quello locale della produzione e della distribuzione delle opere d’arte contemporanea. Anche qui, le opere e i materiali di cui esse si compongono variano molto, dai video ologrammi di Michelangelo Bastiani alle esili sculture libranti e in equilibrio di Giacinto Bosco, dai non-luoghi urbani di Antonio Sannino agli ipnotici ed intensissimi volti di donna di Marco Grassi e Paolo Medici. “Sono molto soddisfatto di poter partecipare anche quest’anno a questi attesissimi appuntamenti fieristici a Miami, che coincidono con la fine della nostra stagione turistica a Capri e Positano, e ne costituiscono lìapice” così commenta il CEO di “Liquid Art System”, Franco Senesi, che prosegue: “Per quest’edizione di Art Miami ho scelto di dedicare un progetto solo ad artisti italiani che ben rappresentano il nostro Bel Paese: negli anni infatti ho notato che sono tanti gli amanti dell’Italia, ed in particolare delle sedi dove abbiamo spazi espositivi, felici di visitare il nostro stand e di ricordare i momenti trascorsi a Capri e Positano. Ci fa piacere dimostrare che con Liquid Art System non solo  lavoriamo bene durante l’estate, ma riusciamo a continuare tutto l’anno”.