Lirica, Olga Borodina per la prima volta al San Carlo

40
In foto Olga Borodina

Olga Borodina, mezzosoprano russo tra i più apprezzati al livello internazionale, è la protagonista del prossimo appuntamento della Stagione di Concerti del Teatro di San Carlo, sabato 19 maggio alle ore 20.30. Per il suo debutto al Massimo napoletano, accompagnata al pianoforte dal connazionale Vasily Popov, la Borodina affronta alcune tra le pagine più belle e raramente eseguite della musica vocale da camera russa, composte da Sergej Rachmaninov  e Pëtr Il’ič Čajkovskij. Ad aprire il programma i lieder di Rachmaninov (Mattino, Op. 4 n. 2 –  Bimbo sei bello come un fiore, Op. 8 n. 2 – Il sogno, Op. 8 n. 5 – Nel silenzio della misteriosa notte, Op. 4 n. 3 – Mi sono innamorata della mia tristezza, Op. 8 n. 4 –  Com’è bello questo posto, Op. 21 n. 7 – Quanto mi fa male, Op. 21 n. 12 -Lillà, Op. 21 n. 5 – Ti aspetto, Op. 14 n. 1). Mentre la seconda parte  della serata è dedicata alle romanze di Čajkovskij (Mio genio, mio angelo, mio amico – Le stelle splendevano dolcemente per noi, Op. 60 n. 12 –  Non credere, amico mio, Op. 6 n. 1 – Serenata I, Op. 65 n. 3 – Momento di paura, Op. 28 n. 6 – Era all’inizio della primavera, Op. 38 n. 2 – Notti agitate, Op. 60 n. 6 – Il sole è tramontato, Op. 73 n. 4 – Nuovamente solo…, Op. 73 n. 6 ). Vincitrice di un Grammy Award, Olga Borodina è regolarmente ospite presso i maggiori teatri d’opera e le maggiori orchestre al mondo. In ambito concertistico si esibisce regolarmente presso la Carnegie Hall, il Musikverein di Vienna con i Wiener Philharmoniker per la direzione di Valery Gergiev, all’Opéra Bastille con James Conlon, con la Concertgebouw Orchestra e Mstislav Rostropovich, alla Royal Festival Hall di Londra, BBC Proms; con Sir Colin Davis e la LSO (1997), Daniele Gatti e la Royal Philharmonic Orchestra (2002), Valery Gergiev e la Rotterdam Philharmonic (2003). In recital si è esibita presso sale da concerto come: Wigmore Hall, Barbican Centre, La Scala, Konzerthaus di Vienna, Davies Symphony Hall di San Francisco, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Grand Théatre di Ginevra, Staatsoper di Amburgo, Théatre des Champs Elysées, Liceu di Barcellona, Teatro Nazionale di Madrid, Royal Concertgebouw Hall di Amsterdam, l’Orchestre National de France per la direzione di Gianandrea Noseda e successivamente di Daniele Gatti.