Litorale Domito, svolta storica Giugliano, sbloccati 30 milioni di fondi Cipe per le reti fognarie ed idriche

129





Dopo 15 mesi di incontri, tavoli, lettere, finalmente ieri mattina l’Amministrazione comunale di Giugliano è riuscita ad ottenere lo sblocco di risorse per circa 30 milioni per la realizzazione di fogne e collettori fognari in zona costiera.
I finanziamenti erano stati assegnati alla città di Giugliano con la Delibera Cipe 8/2012 in attuazione del protocollo di intesa per l’infrastrutturazione dell’area a servizio della base Nato.
Questi fondi assegnati dal Cipe non erano però mai stati messi nella disponibilità del Comune di Giugliano. Ieri mattina, nel corso di una riunione con il responsabile della Programmazione Unitaria della Regione Campania, si è invece finalmente definito l’iter per la stipula della Convenzione di trasferimento delle risorse.
Il Comune nei prossimi giorni dovrà definire il cronoprogramma per gli interventi ed inviarlo alla Regione. La sottoscrizione della Convenzione consentirà l’avvio di opere per 26,5 milioni di euro, di cui 13,5 milioni con soggetto attuatore il Comune di Giugliano per collettore Viale dei Pini; potenziamento collettore emissario a servizio dei comuni di Villaricca, Giugliano e Qualiano; rifunzionalizzazione della rete dei canali naturali per lo scarico delle acque di bonifica; 13 milioni di euro con soggetto attuatore originario Sogesid per alimentazione idrica di Licola – Lago Patria e della Circumvallazione: condotte interconnessione area Domitiana – 1° sralcio; condotte interconnessione area Domitiana – 2° sralcio.;
Ai 26,5 milioni della Delibera Cipe si aggiungono altri 2,6 milioni provenienti dalle economie di gara dei lavori del serbatoio Monteleone che serviranno per ulteriori opere fognarie.