Lo Scarto, Napoli tra antiche e nuove povertà

23

Promossa dall’Augustissima Arciconfraternita ed Ospedali della SS. Trinità dei Pellegrini e Convalescenti, lunedì 10 giugno 2019, ore 17.30, nel Salone del Mandato dell’Arciconfraternita (Via Portamedina, 41 –Napoli, accesso dal cortile dell’Ospedale dei Pellegrini), incontro sul tema “Napoli tra antiche e nuove povertà”, in occasione della presentazione del libro “Lo scarto” di Padre Ernesto Santucci s.j. Dopo i saluti di Vincenzo Galgano, Primicerio dell’Arciconfraternita dei Pellegrini, interverranno Antonio di Marco, consigliere Corte di Appello di Napoli, Francesco Bellofatto, giornalista e docente Università Suor Orsola Benincasa, Piero Avallone, Presidente del Tribunale per i minorenni di Salerno. Lettura di brani scelti a cura di Nicola Prisco, Segretario Coredi, notaio, e conclusioni affidate a P. Ernesto Santucci s.j.
Uno spaccato sull’emarginazione a Napoli negli anni ’80 e una lucida analisi sulle nuove povertà del terzo millennio: ne “Lo scarto”, Padre Ernesto Santucci racconta la sua esperienza maturata tra i vicoli dei Quartieri Spagnoli di Napoli, tra le mura del Carcere Minorile “Filangieri” e presso la Comunità terapeutica “Il Pioppo” di Somma Vesuviana. Dalle pagine emergono due storie emblematiche che introducono il tema dello scarto, quelle di Gigino e Salvatore, intorno alle quali si condensano le riflessioni di esperti quali docenti universitari, magistrati e sociologi, su aspetti specifici delle nuove marginalità e sul ruolo che in quest’ambito dovrebbero avere il mondo della scuola, le istituzioni, il volontariato, l’imprenditoria. In un lungo saggio, “Lo scarto siamo noi”, Francesco Bellofatto analizza sul piano economico le nuove povertà, la crisi dei legami familiari ed i paradossi delle politiche di inclusione, al fine di individuare nuovi valori e soluzioni per la “società liquida” e della condivisione. “Lo scarto”, si avvale dei contributi di Don Luigi Ciotti, Piero Avallone, Antonio D’Amore e Domenico Verde.