“Lo so che non pensi”, Trump offende una giornalista

6

Washington, 1 ott. (AdnKronos) – Nella conferenza stampa alla Casa Bianca in cui ha difeso il giudice da lui nominato alla Corte Suprema di aggressioni sessuali e molestie da tre donne, Donald Trump non ha mancato di offendere una giornalista. “E’ in stato di shock perché l’ho scelta per fare una domanda, va bene, lo so che non pensi, non lo fai mai”; ha detto rivolto a Cecilia Vega, dell’Abcnews, che, quando finalmente ha potuto prendere la parola, ha cercato di fare una domanda sul , il presidente ha insistito affinché si facessero solo domande sull’accordo con Messico e Canada che oggi annunciava.

“Una conferenza stampa significa che uno può chiedere quello che vuole #primo emendamento”, ha twittato poi Vega. Il presidente ha avuto poi un altro scontro con un’altra giornalista, Kaitlan Collins, la corrispondente della Cnn che nei mesi scorsi era stata bandita dalla Casa Bianca con l’accusa di aver fatto domande sconvenienti, che anche ha cercato di avere la domanda su Kavanaugh. “Non farlo – ha detto Trump – hai o no una domanda sul commercio?”.

Quando la giornalista ha fatto egualmente la domanda su Kavanaugh, Trump l’ha ignorata passando ad un altro reporter. Poi quando finalmente gli ha permesso di fare una domanda su Kavanaugh, ha tolto velocemente la parola alla corrispondente della Cnn affermando “hai avuto troppo tempo”. Non sono mancati gli attacchi ai media che accusa di essere “incredibilmente scorretti” con lui: “sono peggiori di sempre, sono ‘loco’, pazzi, ma va bene so gestirli”, ha detto sottolineando di aver usato la parola spagnola “perché abbiamo fatto l’accordo con il Messico”.