L’Ocse rialza le stime del Pil italiano

41

Roma, 20 set. – (AdnKronos) – Netto rialzo per le stime del Pil italiano nell’Interim Outlook dell’Ocse: l’Organizzazione ha infatti rivisto di 0,4 punti percentuali le prospettive di crescita del nostro pil sia per l’anno in corso che per il 2018, portandole rispettivamente a +1,4% e +1,2% (a giugno la stima era di +1% e +0,8%). Alla base di questa accelerazione, segnala l’Ocse, l’andamento della domanda interna e “l’aumento dell’occupazione che sostiene i consumi privati”.

La doppia revisione rappresenta l’incremento maggiore nel quadro di una ridefinizione delle stime – frutto di una ripresa “sincronizzata tra i paesi” – che coinvolge la maggior parte delle principali economie. Assieme al Pil italiano, l’Ocse ha rivisto in rialzo di 0,4 punti anche quello della Francia, con una crescita che nel 2017 passa all’1,7%, seguita da una revisione di +0,1 punti per il prossimo anno a +1,6%.

Confermata invece al 3,5% la crescita stimata per quest’anno per il pil mondiale, con una accelerazione al 3,7% nel 2018 (+0,1 punti). Fra le altre economie del G7, gli Stati Uniti sono confermati a +2,1% e +2,4% mentre la Germania è vista in accelerazione a +2,2% (+0,2) e a +2,1 (+0,1). Bene anche il Giappone con una revisione sia nel 2017 che nel 2018 di +0,2 punti a +1,6% e +1,2%.

E se nel 2017 il Canada dovrebbe confermare la crescita più alta (+3,2% con un rialzo di 0,4 punti), l’Ocse conferma il rallentamento del Regno Unito: dopo il +1,8% del 2016, per quest’anno è stimato un +1,6% con una ulteriore frenata a +1% il prossimo. Per l’area euro le stime dell’Ocse sono di un Pil 2017 a +2,1% (+0,3 punti) e nel 2018 a +1,9% (+0,1).

Se il Pil della Cina nel 2017 dovrebbe salire del 6,8% segno meno per l’India a +6,7% (con una revisione al ribasso -0,6 punti) mentre il Brasile tornerà a crescere ma con un modesto +0,6% (-0,1 punti rispetto a giugno). Bene la Russia con una stima di Pil 2017 a +2% (+0,6 punti su giugno) e +2,1% (+0,5) il prossimo.