L’ONU promuove il sistema delle Aree industriali di Caserta

76
In foto: Raffaela Pignetti, presidente Consorzio ASI Caserta, con la delegazione ONU

La Presidente del Consorzio Asi Caserta Raffaela Pignetti ha guidato una delegazione dell’Onu in visita nell’area industriale: “Sono orgogliosa dell’interesse delle Nazioni Unite al modello di sviluppo su cui stiamo lavorando per la crescita del territorio con progetti per il potenziamento delle infrastrutture, la riqualificazione, la sostenibilità, l’integrazione socio-culturale”.

La rappresentanza dell’ONU – UNODC, composta da Flavio Mirella, Chief Co-financing and Partnership Section Unodc, da Claudio La Camera, Senior Advisor Unodc, e del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria del Ministero della Giustizia, con Vincenzo Lo Cascio, ha valutato il “modello ASI Caserta” come best practice di sviluppo sostenibile e di cooperazione pubblico/privato.

“L’esperienza di sviluppo che abbiamo trovato nell’area industriale della provincia di Caserta può essere promossa a livello internazionale – ha dichiarato Flavio Mirella, Chief Co-financing and Partnership Section Unodc -. Le strategie ambientali, sociali e culturali messe in piedi dalla governance del Consorzio rappresentano un esempio chiarissimo di come si lavora a progetti di sviluppo mettendo in rete le istituzioni”.

Ai delegati Onu è stato illustrato il piano di lavoro già esecutivo del Protocollo “Mi riscatto per il futuro” per l’impiego dei detenuti nei lavori di pubblica utilità. Quella di Caserta è stata indicata come “una delle sedi più importanti d’Italia per la buona pratica che con questo progetto stiamo acquisendo” ha spiegato Lo Cascio.