L’ortoflorofrutticoltura in Campania: verso nuove strategie

154

di Andrea Ricciardiello, direttore Time Vision

Il comparto ortoflorofrutticolo della Campania rappresenta uno dei settori più dinamici e vitali dell’economia regionale. Con una tradizione agricola radicata e un clima favorevole, la nostra regione si distingue per la qualità e la varietà dei suoi prodotti, che vanno dalla frutta esotica agli ortaggi tipici della dieta mediterranea. Tuttavia, nonostante questi punti di forza, il settore affronta sfide significative che richiedono un approccio innovativo e una formazione continua per rimanere competitivi.

La situazione attuale: punti di forza e debolezza

Il comparto ortoflorofrutticolo campano gode di numerosi vantaggi competitivi. Il terreno fertile e il clima mite consentono la produzione di frutta e verdura di alta qualità, apprezzata sia sul mercato nazionale che internazionale. Le eccellenze del territorio, come il pomodoro San Marzano, i limoni di Sorrento e la mela Annurca, sono solo alcuni esempi di prodotti che hanno ottenuto riconoscimenti DOP e IGP, garantendo una forte identità territoriale e un valore aggiunto ai produttori locali.

Nonostante questi aspetti positivi, il settore deve affrontare alcune criticità. Tra queste, la frammentazione delle aziende agricole, spesso di piccole dimensioni, rende difficile l’accesso a finanziamenti e innovazioni tecnologiche. Inoltre, i cambiamenti climatici e le normative sempre più stringenti in materia di sostenibilità e sicurezza alimentare richiedono un continuo adattamento delle tecniche di coltivazione e gestione aziendale.

L’importanza della formazione continua per i consulenti 

In questo contesto, diventa cruciale per le aziende del settore ortoflorofrutticoltura affidarsi a consulenti agricoli altamente qualificati e aggiornati. La formazione continua non è solo un obbligo normativo, ma una vera e propria necessità per garantire la crescita e la sostenibilità del comparto ortoflorofrutticolo campano. È qui che entra in gioco il progetto Agrinnova, un’iniziativa di Time Vision pensata per rispondere a queste esigenze.

Il progetto Agrinnova: un’opportunità per i consulenti 

Agrinnova si pone l’obiettivo di formare consulenti agricoli del comparto ortoflorofrutticolo, offrendo corsi riconosciuti che permettono di maturare i crediti formativi obbligatori. Grazie al Decreto Dirigenziale n. 298 del 15/05/2024 della Regione Campania, i consulenti degli Organismi beneficiari della Misura 2 – Tipologia di Intervento 2.1.1 del PSR Campania 2014/2022 possono ora contare su un riconoscimento ufficiale delle attività formative offerte da Agrinnova.

Partecipare ai corsi di Agrinnova significa accedere a un programma formativo di eccellenza, progettato per migliorare le competenze tecniche e professionali dei consulenti agricoli. Il progetto si inserisce nella Misura 02 – Sottomisura 2.3 – Tipologia di Intervento 2.3.1 del PSR Campania 2014/2020, un quadro strategico che mira a potenziare l’innovazione e la sostenibilità nel settore agricolo.

Perché scegliere Agrinnova

Per le aziende agricole campane, affidarsi a consulenti formati e aggiornati non è solo una scelta strategica, ma un investimento per il futuro. In un mercato sempre più competitivo e regolamentato, la competenza e l’innovazione rappresentano le chiavi per il successo e la sostenibilità. 

Il progetto Agrinnova offre un’opportunità unica per i consulenti agricoli della filiera di accrescere le proprie competenze e contribuire in modo significativo allo sviluppo del comparto ortoflorofrutticolo della Campania.

Tutti i corsi qui: https://www.timevision.it/professionisti/psr-campania-agrinnova/cortsi/