Lotta alla ludopatia, ecco l’albero “gratta e non vinci”

54

Un albero di Natale privo di palline colorate ma addobbato con biglietti ‘Gratta & NONvinci’ con oltre zero milioni di euro in premi!!!: è il messaggio che la Comunità parrocchiale del Sacro Cuore di Portici (Napoli) in collaborazione con il Centro di ascolto antiusura ‘don Pino Puglisi’ quest’anno lancia per sensibilizzare la comunità sul problema del gioco d’azzardo che spesso porta il giocatore alla dipendenza e a finire nelle mani di usurai per pagare i debiti. Sull’albero che sarà esposto nel giardino della chiesa in via Diaz, si notano numerosi biglietti con su scritto ‘Gratta&NON vinci – turnista per sempre’, ideati dalla Compagnia Teatrale ‘Itineraria’, da anni impegnata a portare sulla scena temi di attualità sociale e civile con testi di denuncia. I componenti di Itineraria ”con i loro slogan ironici vogliono far capire che l’unica scelta vincente è quella di ‘scommettere’ su se stessi, sulle proprie capacità, sul proprio lavoro” spiegano dal Centro don Pino Puglisi. ”La Fortuna bisogna trovarla dentro di sé, nel dono della vita e delle piccole cose di ogni giorno, negli affetti”. E non è un caso che sull’albero sia stata adagiata anche una sciarpa di lana rossa, che indica l’interesse verso l’altro. ”La sciarpa è il simbolo dell’affettività” spiega Giorgio Pisano, sacerdote della Chiesa del Sacro Cuore e responsabile del Centro d’ascolto antiusura don Pino Puglisi ”ma anche del farsi carico da parte della comunità, del prendersi cura con generosità e spirito di inclusione dei nostri concittadini, dei nostri fratelli che sperimentano la povertà materiale o spirituale, quella solitudine interiore che spinge a cercare una ‘fortuna cieca’, ad affidarsi ad un Gratta & Vinci o peggio ad una slot machine, fisica o virtuale, che sicuramente cambierà loro la vita, ma non nel senso positivo da essi sperato, bensì facendo loro perdere il contatto con la realtà, gli affetti e con la loro stessa vita”.