Luigi D’Emilio nuovo segretario Fp Napoli

116

Ha guadagnato il consenso del Consiglio generale, Luigi D’Emilio, nuovo segretario generale della Cisl Funzione Pubblica di Napoli. La sua elezione, informa una nota, avviene dopo un anno di commissariamento trascorso sotto la guida di Maurizio Petriccioli, segretario nazionale della Cisl Fp. Napoletano, 53 anni, Luigi D’Emilio, infermiere nell’ospedale Monaldi di Napoli, ha ricoperto fino a ieri la carica di segretario aziendale prima del Monaldi e poi dell’Azienda dei Colli (Monaldi, Cotugno, Cto). Su proposta del segretario Petriccioli, D’Emilio è stato eletto al termine del congresso che si è svolto a Pozzuoli. Completano la squadra della segreteria Maria Uccello, tenente dei Vigili Urbani e Carlo Tortora dipendente del ministero della Difesa.

In foto Luigi D’Emilio

”Il congresso, si è svolto in un giorno importante per il sindacato – prosegue la nota – La scorsa notte, infatti, dopo 10 anni di attesa è stato firmato il nuovo contratto per i lavoratori degli enti locali e – come ha annunciato il ministro Madia – sono state poste le basi per chiedere il contratto per il comparto sanità”. “Un risultato quello della firma del contratto che al Sud assume un maggior valore – ha spiegato Petriccioli – E sono sicuro che qui a Napoli si proseguirà in questo senso. Questa è una federazione importante e non va tenuta ingessata, infatti, non appena è stata ritrovata l’unità interna abbiamo convocato il congresso. L’impegno dei dirigenti in termini operativi deve essere quello di fare un sindacato di prossimità e vogliamo rinnovare questo patto con i lavoratori tutti i giorni”. Luigi D’Emilio è il primo segretario eletto da un congresso proveniente dalla sanità, ”una novità che rappresenta un segnale di rinnovamento per la Cisl Funzione Pubblica di Napoli e provincia” si evidenzia. “Il nostro obiettivo è quello di essere vicini alla gente attraverso la tutela ed il benessere dei lavoratori pubblici – ha spiegato il neo segretario – Siamo già al lavoro sulle vertenze della sanità come la stabilizzazione dei precari e quelle degli enti locali con i numerosissimi comuni in dissesto a Napoli e provincia. Ci impegneremo per scrivere una nuova pagina della Cisl napoletana e lo faremo con un gruppo dirigente sempre presente sul territorio e che intercetti i bisogni di chi il lavoro lo svolge da sempre nel rispetto delle regole”. “Uscire da un comissariamento è sempre un momento importante – ha spiegato Lorenzo Medici, coordinatore Cisl Fp Campania – La scelta della Cisl di rigenerare il sindacato sui posti di lavoro è in sintonia con la scelta del gruppo dirigente uscito da questa assemblea congressuale. Le sfide sono tante e puntiamo soprattutto sull’occupazione per dare servizi migliori ai cittadini”.