Luigi Iovino entra nella delegazione italiana alla Nato

93
In foto Luigi Iovino
Luigi Iovino, deputato del M5S, napoletano di San Paolo Bel Sito, classe 93, è stato nominato, su indicazione del gruppo parlamentare, nella delegazione italiana presso l’Assemblea parlamentare della Nato, organo dell’Alleanza atlantica che costituisce il punto di raccordo tra le istanze governative che operano in seno all’Alleanza. “La Nato – ha dichiarato Iovino subito dopo la nomina – deve continuare a garantire la sicurezza degli stati membri e dei cittadini, attuando strategia di difesa e di sicurezza efficaci ed efficienti che permettano anche una ottimizzazione e una riduzione dei costi delle spese militari”. “Ringrazio il Movimento che ha voluto indicarmi come membro dell’Assemblea, dimostrando ancora una volta quanto per noi sia importante che il ricambio della classe politica passi anche attraverso il ricambio generazionale”. “Alla Nato – ha poi concluso il deputato – spetta ancora il compito di risolvere spinose questioni politiche internazionali che hanno portato numerosi attriti e contrasti. Bisogna ottimizzare e aumentare l’uso di tecnologie d’avanguardia per ridurre le perdite umane e migliorare il raggiungimento degli obiettivi strategici. Ma sopra ogni cosa è necessario intervenire per garantire la stabilità nella zona euro mediterranea. Il lavoro da svolgere in campo internazionale è delicato e complesso e deve essere trattato con molta accuratezza, cosa che io cercherò di fare al massimo delle mie possibilità sentendomi responsabilizzato ed onorato di rappresentare, insieme ad altri miei colleghi, il nostro Paese nella commissione Nato”.