Luigi Moio a capo dell’Organizzazione mondiale delle vigne e del vino

41
In foto Luigi Moio

Luigi Moio, professore ordinario di enologia nel Dipartimento di Agraria dell’università Federico II di Napoli, produttore con la cantina Quintodecimo, in Irpinia, e già vicepresidente dell’Oiv, è il nuovo presidente dell’Organisation Internationale de la Vigne et du Vin. L’elezione è avvenuta pochi minuti fa, nell’assemblea de “l’Onu del vino”, andata in scena in presenza ed in forma ibrida a Parigi. Moio è stato eletto superando il competitor australiano, Tony Battaglene, che ha ritirato la propria candidatura dopo una prima votazione che vedeva in netto vantaggio lo stesso Moio, sotto di pochissimi punti al quorum richiesto dal regolamento Oiv.