Lumberjack riparte dall’internazionalizzazione e dagli shop in shop

143

 

È l’internazionalizzazione la direttrice di sviluppo scelta da Lumberjack, brand di calzature caratterizzato dall’iconica foglia d’acero che dal 2012 fa capo a Ziylan Group, il più grande gruppo calzaturiero turco. Il recente ingresso di Turkven Private Equity, fondo che da sempre dimostra grande attenzione allo sviluppo industriale delle realtà nelle quali investe, nella compagine societaria di Ziylan ha portato il gruppo di Istanbul – che conta circa 3mila dipendenti –  a definire una nuova road map che punta a rafforzare la presenza di Lumberjack oltre i confini del mercato domestico. Questo progetto ambizioso sarà supportato da un rinnovamento delle figure manageriali: verranno inseriti professionisti motivati, dinamici e pronti a intraprendere l’espansione internazionale del marchio. «Il 2015 segnerà un aumento dei Paesi in cui le collezioni del brand saranno distribuite: prevediamo dunque di registrare una crescita del 30% sulla quantità di calzature vendute nei multimarca in Europa. Ad oggi Lumberjack produce e distribuisce oltre 1,5 milioni di paia all’anno fra le vendite in Italia, circa due terzi del totale e quelle all’estero. Dopo un 2014 all’insegna della riorganizzazione e del consolidamento sul piano economico, nel 2015 puntiamo a incrementare il fatturato grazie a importanti investimenti volti a rendere i nostri prodotti sempre più appetibili su scala internazionale» ha affermato Andrea Vecchiato, nuovo ad di Lumberjack. Il primo focus sarà l’Europa: l’obiettivo del marchio italiano è quello di presidiare capillarmente il mercato. Ad oggi Lumberjack è commercializzato in Turchia, Spagna, Grecia e Benelux. Dalla primavera/estate 2015 anche in Germania, Francia, Austria, Svizzera, Russia e paesi ex Unione Sovietica. Oltre al progetto di internazionalizzazione, la strategia commerciale prevede la riorganizzazione della distribuzione domestica, destinata a diventare la piattaforma sulla quale verrà modellato l’intero network wholesaledel brand: in completa sinergia con i processi di internazionalizzazione in agenda, l’Italia continuerà a costituire una realtà chiave per Lumberjack che ha scelto di farne la base per il proprio successo globale. Fulcro di questo riassetto saranno le partnership con le catene multimarca e il progetto degli shop in shop: Lumberjack li ha scelti come cuore della propria politica commerciale poiché permettono di creare rapporti stretti con i principali player distributivi. I primi cinquanta SIS verranno inaugurati già entro la fine del 2014 presso alcuni key client del marchio, mentre per il 2015 se ne prevedono altri cento circa, di cui la metà all’estero.
 UrbanNature: un nuovo concept per Lumberjack Proprio questo modello distributivo, fatto di spazi dedicati a Lumberjack all’interno di retailer di fama, consente di veicolare in modo più diretto e forte la nuova identità del brand che ruota attorno al concetto UrbaNature. La storia di Lumberjack è una storia naturale, per il suo legame con il mondo outdoor: oggi continua ad esserlo ma in un modo nuovo. Il riferimento al mondo dei grandi boschi e spazi aperti non può più essere preso alla lettera ma ricondotto a valori generali di robustezza e praticità. Come i jeans e i SUV, nati in contesti da lavoro e outdoor sono diventati negli anni oggetti fashion e “di tendenza”, anche Lumberjack trasferisce i suoi valori originari nel mondo della moda. La nuova filosofia “urbanature” fa riferimento alla città, l’ambiente in cui i prodotti saranno utilizzati nonché l’ambiente in cui nascono le tendenze contemporanee, e alla “natura” come heritage del marchio, mododi essere, mancanza di artifici, semplicità, concretezza, essenzialità. I prodotti Lumberjack sono perciò quotidiani, adatti alla vita di tutti i giorni, in città come nel tempo libero e rappresentano l’equilibrio “naturale” fra il valore e il prezzo: essenziali, concreti, contemporanei, raffinati e alla moda. Le collezioni contrassegnate dalla foglia d’acero sono tutte accomunate dalla medesima cura dei dettagli e dall’utilizzo di materiali che siano allo stesso tempo di tendenza e confortevoli. A giocare un ruolo chiave su questo piano è il know-how tecnico del Gruppo Zylian che ha permesso, per esempio, di inserire in alcuni modelli di scarpe i nuovi sottopiedi in memoryfoam, materiale altamente performante che garantisce particolare comfort. L’offerta merceologica di Lumberjack si sta evolvendo: le proposte maschili rimangono il core business del marchio che ha però sviluppato in chiave sempre più contemporanea e funzionale le linee donna e junior. Proprio la collezione bambino, che è stata declinata in una linea boy e in una linea girl, rappresenta per Lumberjack un promettente driver di crescita sul medio-lungo periodo.