Il luxury Made in Italy traina la crescita grazie al web

58

Un futuro brillante si preannuncia sul web da ora in poi. Il top si raggiungerà nel 2019 e bisogna essere pronti, saremo tutti influenzati dal digitale. Il benessere del comparto orafo e del luxury nel 2019 sarà buono insieme alle calzature ed abbigliamento, i gioielli saranno al top trainati dalla crescita del luxury Made in Italy. Si prevede un aumento del 7%. I grandi brand come Gucci, Bulgari, De Grisogono saranno presenti sulle piattaforme web per raggiungere clienti e intraprendere nuovi contatti per le vendite effettuate seduti davanti al computer. Il gruppo LVMH è pronto ad inaugurare una linea di gioielli da lanciare via web, il trand aprirà nuove trattative sul web facendo brillare gioielli ed orologi. Ma per accattivarsi le simpatie, bisognerà dare le stesse garanzie di qualità e professionalità come si è sempre fatto con l’approccio face to face.
Anche i centri commerciali e department stores hanno ben individuato nel brand luxury la strada per poter sviluppare affari del futuro .
In America il famoso dpt. Saks fifth avenue nella prima metà del prossimo anno aprirà una nuova area dedicata alla gioielleria brand con corner dedicati a gioielli di qualità. Per il commercio in generale le fiere avranno come sempre un ruolo importante e strategico per poter intraprendere serie relazioni d’affari in particolar modo con la clientela straniera che da anni preferisce le fiere settoriali come Vicenza oro, Homi, Arezzo e Tarì.
In Italia per poter sopravvivere bisognerà adattarsi al cambiamento globale e modo di fare affari. Passata la tempesta splenderanno i gioielli.